Logo Pro Helvetia



NEWSLETTER 29.01.2015

""

Da 30 anni il Centre Culturel Suisse, ubicato nel quartiere di Marais, è la vetrina principale dell’arte e della cultura svizzera a Parigi. Per festeggiare tale ricorrenza, i suoi due codirettori Jean-Paul Felley e Olivier Kaeser nel corso del 2015 presenteranno un sorprendente spaccato della creazione culturale elvetica contemporanea, iniziato a gennaio con gli artisti svizzeri Pierre Vadi e Nicolas Party. Non solo a Parigi, ma anche presso gli uffici di collegamento di Pro Helvetia a Shanghai, Johannesburg, Il Cairo e Nuova Delhi, gli artisti svizzeri hanno l’opportunità grazie ai programmi di residenza di allacciare contatti a livello internazionale e trarre nuovi stimoli dal dialogo con altre culture.

 

Pro Helvetia Comunicazione

 
""

Focus sulla scenografia in tutte le sue sfaccettature

La Quadriennale di Praga, che aprirà i battenti a giugno, è la più importante piattaforma internazionale per la scenografia. In vista di tale evento, a cui parteciperà anche la Svizzera, nel corso di quattro tavole rotonde si contrapporrà la creazione scenografica nell’ambito delle arti performative a quella nell’architettura, nelle arti visive e nelle scienze cuturali. La prima di queste tavole rotonde, a cui prenderanno parte il musicista Eric Linder, gli architetti Daniel Zamarbide e Leopold Banchini nonché le scenografe Chiara Petrini e Sarah André, si svolgerà il 31 gennaio a Ginevra. Maggiori informazioni su: www.sharedspace.ch


 
""

Zurigo all’insegna della danza

Durante ben quattro giorni, Zurigo si trasformerà in un palcoscenico per la danza svizzera contemporanea. Per gli Swiss Dance Days 2015, una giuria di esperti ha selezionato 14 opere coreiche, tra cui «Le Triomphe de la Renommée», performance intimista di un quarto d’ora di Marie-Caroline Hominal, e «Antes», coreografia di un’ora realizzata da Guilherme Botelho per la sua compagnia Alias. La manifestazione, di cui Pro Helvetia è uno dei promotori, prevede anche tavole rotonde, una gita in barca e una festa Drum'n'Bass . Programma sul sito: swissdancedays.ch


Un simposio sul futuro digitale a Ginevra

La Lift Conference, che si terrà dal 4 al 6 febbraio a Ginevra, è la principale piattaforma in Svizzera per discutere di innovazione, tecnologie digitali e dei relativi sbocchi imprenditoriali. Durante workshop, dibattiti e conferenze, futurologi, creativi, inventori, investitori e scienziati di tutto il mondo avranno l’occasione di confrontarsi sulle più recenti tendenze. Nel quadro del programma «Mobile. In Touch with Digital Creation», Pro Helvetia sostiene tra gli eventi della manifestazione che coniugano economia creativa e tecnologia. Maggiori dettagli su: liftconference.com


Arte di carta da Nuova Delhi

Sachin George Sebastian, artista di 30 anni di Nuova Delhi, è affascinato dalla carta. Con questo materiale fragile, realizza installazioni diafane come pure ritagli e collages multiformi che si misurano con temi quali l’urbanistica, lo spazio vitale e la migrazione. Grazie al programma di residenze di Pro Helvetia e alla Rote Fabrik di Zurigo, ha ora l’opportunità di lavorare per tre mesi in Svizzera, di evolvere sul piano artistico e stringere contatti con la scena artistica locale. Ulteriori informazioni su: www.rotefabrik.ch


 
""

Un onirico vortice di immagini

Da 25 anni l’irlandese Teresa Hubbard e lo svizzero Alexander Birchler lavorano insieme, realizzando fotografie, filmati e sculture impressionanti. Nella loro personale «Sound Speed Marker» all’Irish Museum of Modern Art di Dublino, aperta al pubblico ancora fino al 3 maggio, presentano la loro nuova trilogia cinematografica, ultimata nel 2014. Un elemento tipico dei lavori della coppia artistica sono i numerosi riferimenti alla storia del cinema. Durante l’incontro con il pubblico del 7 marzo, i due illustreranno il loro pensiero e la loro opera. Maggiori informazioni su: www.imma.ie


Laboratorio per la nuova musica popolare

Unitamente ad altri sette musicisti tedeschi e iraniani, il clarinettista e compositore svizzero Dani Häusler, il suonatore di salterio Christoph Pfändler e il bassista elettrico Richi Hugener hanno formato un complesso ad hoc allo Hermannshof a Völksen (Bassa Sassonia). Insieme hanno realizzato composizioni le cui radici affondano nelle diverse tradizioni di musica popolare. Durante una serie di concerti presenteranno i nuovi brani alle associazioni bandistiche e alle orchestre di strumenti a plettro. Maggiori dettagli su: www.hermannshof.de


Il suono come movimento

«Siyaba: Found among Translation» è una performance multimediale, nata dalla collaborazione tra Charlotte Hug, compositrice e artista performativa svizzera, il coreografo sudafricano PJ Sabbagha e la compagnia di danza Forgotten Angle Theatre Collaborative. Lo spettacolo, che esplora la trasposizione di suoni in movimenti e la comunicazione non verbale, andrà in scena il 9-10 marzo al festival Infecting The City a Città del Capo e al festival della francofonia a Maputo. Informazioni su infectingthecity.com e www.ccfmoz.com


 
""

Residenze in Cina, India e Sudafrica

Sei artisti svizzeri hanno iniziato il nuovo anno con una residenza in India, Sudafrica o Cina. La poetessa Heike Fiedler si sta dedicando alla scrittura e all’arte performativa a Nuova Delhi, Hyderabad e Bangalore. In collaborazione con Fabian Jaggi e Katrin Murbach di Ortreport, Nele Dechmann e Nicola Ruffo del Zürcher Kunstverein stanno sviluppando un progetto editoriale a Johannesburg relativo a 50 edifici e ai loro abitanti, mentre in Cina, l’artista multimediale Urs August Steiner si confronta con la produzione cinematografica locale. Per le residenze 2016, il termine d’inoltro delle candidature è il 1. marzo 2015. Ulteriori informazioni su www.prohelvetia.ch


 
""

La letteratura svizzera sotto i riflettori in Spagna


La Svizzera è protagonista del numero di febbraio di Quimera, rinomata rivista letteraria spagnola. Le interviste agli autori Roland Buti, Dorothee Elmiger, Pedro Lenz e Pierre Lepori, un’introduzione del mediatore letterario Daniel Rothenbühler e un colloquio con Caroline Coutau, direttrice della casa editrice Zoé, offrono un’immagine variegata della letteratura svizzera contemporanea. La pubblicazione verrà presentata il 13 febbraio all’Ambasciata svizzera di Madrid. Maggiori informazioni su: revistaquimera.com

Tempo di mediazione – ora anche in inglese

Dal 2013 la pubblicazione online «Tempo di mediazione» fornisce un’approfondita panoramica sugli aspetti centrali della mediazione culturale. Grazie al suo glossario, agli esempi pratici e ai contributi di alcuni protagonisti della scena culturale svizzera, è diventata presto uno strumento indispensabile per le persone attive nel settore. Ora quest’opera di riferimento è disponibile non solo in tedesco, francese e italiano, ma anche in inglese, affinché possa essere meglio recepita a livello internazionale. La pubblicazione è consultabile su www.kultur-vermittlung.ch


 
""

Il Centre Culturel Suisse a Parigi festeggia 30 anni

«Il faro della vita culturale svizzera a Parigi è riuscito a ritagliarsi il suo spazio tra la concorrenza», questo il titolo scelto dal quotidiano 24heures per commentare la programmazione del giubileo del Centre Culturel Suisse, presentata ai media dai suoi direttori Jean-Paul Felley e Olivier Kaeser. «La nostra attenzione è rivolta all’arte contemporanea», hanno dichiarato a Le Temps. Come si evince dallo stesso giornale, ogni anno il Centro, situato nel quartiere di Marais, attira 40'000 visitatrici e visitatori, di cui il 70% sono francesi e il 20% provenienti dalla Svizzera. Leggete il nostro comunicato stampa: www.prohelvetia.ch


 
""

Presentate online le vostre richieste di sostegno: www.myprohelvetia.ch

 

Connettetevi con noi su Facebook: www.facebook.com

 

Un clic sul sito internet di Pro Helvetia Johannesburg: www.prohelvetia.org.za

""
 
""

Pro Helvetia

Fondazione svizzera per la cultura

Comunicazione
Hirschengraben 22
8024 Zurigo
E-Mail: communication@prohelvetia.ch
www.prohelvetia.ch

Redazione: Isabel Drews

Traduzione: Martin Kuder

La Fondazione Pro Helvetia sostiene la cultura svizzera e ne promuove
la diffusione in Svizzera e nel mondo. 

""