Logo Pro Helvetia



NEWSLETTER 13.03.2014

""

Con il suo nuovo programma «Mobile. In Touch with Digital Creation», Pro Helvetia ha colto il segno dei tempi: il bando di concorso «Call for Transmedia Projects», lanciato lo scorso settembre dalla Fondazione insieme ad altri partner, ha infatti suscitato un interesse molto superiore alle aspettative. Si sono candidati oltre 90 progetti che, tramite un approccio transmediale, creano un universo narrativo o documentario attingendo al mondo dei videogiochi, della performance e del cinema e combinando la dimensione analogica con le più recenti tecnologie interattive. Il potenziale creativo nell’ambito transmediale è notevole e sarà interessante scoprire come si evolverà questo settore!

 

Pro Helvetia Comunicazione

 
""

Grande successo per il bando di concorso «Transmedia»

Con 93 candidature, il bando di concorso «Call for Transmedia Projects» ha avuto una risonanza di gran lunga superiore alle aspettative. Sostenendo progetti e workshop, quest’iniziativa intende professionalizzare il settore transmediale e stimolare la realizzazione di nuove produzioni. Ad aprile una giuria internazionale selezionerà i progetti più meritevoli. Pro Helvetia ha promosso il «Call for Transmedia Projects» insieme all’Ufficio federale della cultura, alla Fondazione Focal e alle Giornate cinematografiche di Soletta. Leggete il nostro comunicato stampa su: www.transmediaprojects.ch


 
""

Una spedizione fallita al Polo sud

Più che alle scoperte scientifiche sull’ambiente polare, l’inglese Ernest Shackleton deve la propria fama al fallimento della sua spedizione in Antartide del 1914-1917 terminata con una spettacolare azione di salvataggio nella banchisa. Con «Der unverrückbare Himmel», il collettivo di compositori svizzero «Karl ein Karl» ha creato un intreccio polifonico di suoni e immagini fatto di associazioni, salti di pensiero e frammenti musicali, testuali e visivi. Dopo la prima assoluta al Kleintheater di Lucerna il 1. aprile, il collettivo sarà in tournée a Uster, Zurigo, Colonia, Basilea e Winterthur. Per le date delle esibizioni, consultate il sito: www.karleinkarl.ch


Appuntamento della scena jazz sul Lemano

Ogni primavera, migliaia di appassionati di jazz si recano a Cully, idilliaco villaggio di viticoltori sul lago di Ginevra. Malgrado il folto pubblico, il Cully Jazz Festival è però riuscito a mantenere la sua fama di manifestazione a dimensione umana. Dal 4 al 12 aprile sarà nuovamente possibile ascoltare grandi nomi come pure nuove promesse del jazz. Calcheranno le scene anche le band svizzere Rusconi, Julian Sartorius, Oy, lo Stefan Aeby Trio e il Christoph Stiefel Inner Language Trio. Pro Helvetia ha stipulato un accordo di prestazione triennale con il Cully Jazz Festival. Programma sul sito: www.cullyjazz.ch


«Motion Comics» al Fumetto di Lucerna

Improvvisamente i fumetti si animano e trascinano il lettore in un mondo multimediale: nell’esposizione interattiva «Motion Comics», che si svolgerà nel quadro del Fumetto – Festival dei fumetti di Lucerna dal 5 al 13 aprile, il pubblico può immergersi nelle storie sfiorando, scorrendo e cliccando le immagini. Questo terreno di sperimentazione per menti creative sarà inoltre oggetto di uno sguardo più approfondito durante una tavola rotonda prevista il 12 aprile. Pro Helvetia sostiene entrambe le iniziative nell’ambito del suo programma «Mobile. In Touch with Digital Creation». Maggiori informazioni sul sito: www.fumetto.ch


Qiu Anxiong alla ricerca del dialogo a Winterthur

Le opere di Qiu Anxiong ruotano spesso attorno ai temi della storia e del ricordo. Nel nostro Paese, l’artista residente a Shanghai ha acquisito notorietà grazie a «Staring to Amnesia», un’installazione presentata nel 2008 ad Art Basel in cui venivano proiettati filmati d’archivio sulle finestre di un vagone ferroviario del 1956. Qiu Anxiong è il primo artista cinese invitato da Pro Helvetia per una una residenza di tre mesi in Svizzera. Quale ospite di Villa Sträuli a Winterthur intende sviluppare il progetto «Dialogue». Maggiori informazioni sul sito: www.villastraeuli.ch


 
""

I lettori iraniani incontrano Franz Hohler

Il cabarettista e scrittore svizzero Franz Hohler, di cui alcune opere sono state tradotte in farsi, alla fine di aprile si recherà a Teheran. Nella capitale iraniana interverrà alla locale fiera del libro, alla manifestazione «3 Länder 1 Sprache» presso il Forum culturale austriaco e terrà letture pubbliche in alcune università e nella «Book City», la più grande libreria iraniana. Queste apparizioni sono state organizzate dall’ambasciata svizzera a Teheran con il sostegno di Pro Helvetia e delle rappresentanze diplomatiche tedesche e austriache. Maggiori informazioni sul sito: www.franzhohler.ch


Funk, trance e classici del jazz etiope

Dopo il tour del 2010, la band ginevrina Imperial Tiger Orchestra ritorna sul continente africano, dove si esibirà in diversi festival, dallo Swaziland al Mozambico fino al Sudafrica. Con il nuovo album Wax, composto da 10 tracce definite dal gruppo stesso “Killer-Tracks”, entusiasma il proprio pubblico con reinterpretazioni piene di ritmo di brani degli anni ’60 e ’70, l’epoca d’oro del jazz etiope. La tournée è stata organizzata dall’ufficio di collegamento di Pro Helvetia di Johannesburg. Per le date dei concerti, consultate il sito: www.imperialtigerorchestra.ch


Il DNA della fotografia

L’anno scorso, i due fotografi Taiyo Onorato e Nico Krebs si sono aggiudicati il Premio Foam Paul Huf. Per questo motivo, il Museo della fotografia di Amsterdam Foam ospiterà una personale della coppia artistica svizzera, che aprirà i battenti il 21 marzo. Nel 2013, la giuria ha motivato la propria scelta con le parole seguenti: «Nel loro lavoro cogliamo una giocosità e una profondità che toccano precisamente il DNA della fotografia». Inoltre ha aggiunto che la volontà del duo di creare illusioni consente di superare i limiti del mezzo fotografico. Maggiori dettagli sulla mostra sul sito: www.foam.org


Una pièce ginevrina in scena nell’Alto Egitto

Alla fine di marzo, ad Asyut nella valle del Nilo gli amanti del teatro dell’Alto Egitto potranno gustarsi «La Preuve du Contraire» del ginevrino Olivier Chiacchiari, una pièce che mescola risate e paure claustrofobiche. Lo spettacolo, portato in scena dalla regista Abeer Ali nell’ambito dell’Upper Egypt Cultural Forum, è stato organizzato da Pro Helvetia Cairo. In un workshop a margine della rappresentazione, Abeer Ali discuterà inoltre con registi e sceneggiatori su come avvicinare il pubblico egiziano al teatro svizzero. Maggiori informazioni sul sito: www.prohelvetia.org.eg


Teatro per ragazzi ospite nel Liechtenstein

Alla fine di marzo, con il festival «HELVETIA» il Theater am Kirchplatz di Schaan nel Liechtenstein accende i riflettori sul teatro svizzero rivolto a un pubblico giovane. Figurano tra l’altro in cartellone lo spettacolo di successo «Tschick» del junges theater basel, la pièce in tedesco e romancio «Ils Bandits» della compagnia Bagat – producziun da teater di Coira, messa in scena nelle aule scolastiche, «sights» del duo Trickster_p di Novazzano e le acrobazie verbali del gruppo di spoken word «Bern ist überall». Programma sul sito: www.tak.li


 
""

Nuova serie dei «Cahiers d’Artistes»

Per le artiste e gli artisti delle arti visive, la prima pubblicazione monografica è un importante trampolino di lancio verso una carriera internazionale. Pro Helvetia intende offrire loro tale opportunità con la «Collection Cahiers d'Artistes», i cui volumi vengono distribuiti a istituzioni artistiche e curatori selezionati in Svizzera e all’estero. Le candidature per l’edizione 2015 possono essere presentate alla Fondazione tramite il portale elettronico www.myprohelvetia.ch. A metà maggio, una giuria indipendente selezionerà gli otto dossier più meritevoli. Informazioni dettagliate sul sito: www.prohelvetia.ch


 
""

Connettetevi con noi su Facebook: www.facebook.com

 

Presentate online le vostre richieste di sostegno: www.myprohelvetia.ch

 

Un clic sul sito internet di Pro Helvetia Johannesburg: www.prohelvetia.org.za

""
 
""

Pro Helvetia

Fondazione svizzera per la cultura

Comunicazione
Hirschengraben 22
8024 Zurigo
E-Mail: communication@prohelvetia.ch
www.prohelvetia.ch

Redazione: Isabel Drews

Traduzione: Martin Kuder

La Fondazione Pro Helvetia sostiene la cultura svizzera e ne promuove
la diffusione in Svizzera e nel mondo. 

""