Logo Pro Helvetia



NEWSLETTER 21.08.2014

""

«Viavai» ai blocchi di partenza! Il 7 settembre a Lugano avrà inizio il nuovo programma culturale transfrontaliero di Pro Helvetia «Viavai – Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia», che intende dare nuovo slancio alla collaborazione tra istituzioni e attori culturali svizzeri e lombardi. Fino alla primavera del 2015, agli appassionati di cultura su entrambi i versanti della frontiera verranno proposti 19 progetti, interamente frutto di collaborazioni binazionali. L’italianità sarà protagonista anche al festival letterario «Le livre sur les quais» di Morges, durante il quale si potrà assistere alle letture pubbliche di sei autrici e autori ticinesi. Buon divertimento!

 

Pro Helvetia Comunicazione

 
""

Zurigo accoglie il primo festival di videogiochi d’Europa

Presso il Kasernenareal di Zurigo, dal 18 settembre «Ludicious», il primo festival europeo di videogiochi, offrirà un ricco programma di live-acts, esposizioni e conferenze. Oltre a mettere in contatto giovani talenti del game design e professionisti del settore, l’evento intende anche offrire l’occasione per delle nuove scoperte. Nel quadro del festival, promosso da Pro Helvetia e dalla città di Zurigo, verrà lanciato anche il «Call for Projects: Swiss Games 2014/2015», giunto ormai alla sua terza edizione e patrocinato da Pro Helvetia, dall’Ufficio federale della cultura e dalla FONDATION SUISA. Maggiori informazioni su: competitions.ludicious.ch


Debutto del nuovo programma internazionale «Viavai»

Il 7 settembre, il Museo Cantonale d’Arte di Lugano ospiterà l’inaugurazione ufficiale di «Viavai – Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia», il nuovo programma culturale transfrontaliero di Pro Helvetia, che comprende 19 progetti binazionali, i quali si svolgeranno sull’arco di otto mesi fino alla primavera del 2015. In quest’occasione verranno presentati i risultati del workshop «Arte riprogrammata», il cui obiettivo è quello di riprodurre e reinterpretare le opere realizzate negli anni ‘60 dal collettivo di artisti «Gruppo T». Ulteriori informazioni su: www.viavai-cultura.net


 
""

Il Jazz Festival Willisau festeggia 40 anni

Senza clamore ma con raffinate proposte di jazz contemporaneo, anche quest’anno ritorna il Jazz Festival Willisau, che festeggia il suo quarantesimo anniversario. Durante la manifestazione, che si svolgerà dal 27 al 31 agosto, si esibiranno tra gli altri il quartetto svizzero-sudafricano Bänz Oester & The Rainmakers, la pianista Vera Kappeler con il batterista Peter Conradin Zumthor e il duo formato da Tobias Preisig e Michael Flury (per molti anni trombonista a fianco di Sophie Hunger). L’attesa è grande! Programma sul sito: www.jazzwillisau.ch


Festival di letteratura sulle rive del Lemano

Il primo fine settimana di settembre offre piacevoli momenti all’insegna della letteratura a Morges: lungo i quais, nella città vecchia e sui battelli di linea. Il festival «Le livre sur les quais» ospiterà circa 300 autrici e autori e 80 tra letture pubbliche, performance e tavole rotonde. L’evento, sostenuto da Pro Helvetia, offre ampio spazio alla letteratura svizzera. Dal Ticino si attendono Fabiano Alborghetti, Matteo Terzaghi, Yari Bernasconi, Anna Felder, Claudia Quadri e Anna Ruchat, dalla Svizzera tedesca Pedro Lenz e Wilfried Meichtry. Dettagli sul sito: www.lelivresurlesquais.ch


«14/18 – La Svizzera e la Grande guerra»

100 anni fa, lo scoppio della guerra segnò l’inizio delle grandi catastrofi del XX secolo. La mostra «14/18 – La Svizzera e la Grande guerra», inaugurata il 22 agosto nella chiesa degli Scalzi di Basilea, analizza le ripercussioni della prima guerra mondiale in Svizzera. L’attenzione sarà focalizzata non tanto sugli aspetti militari, quanto piuttosto sugli effetti del conflitto sulla società quali il profondo senso di insicurezza, la minaccia di una coesione politica, la penuria alimentare e i conflitti sociali. L’esposizione sarà allestita anche in altre città svizzere. Maggiori informazioni su: www.museenbasel.ch


Zurigo in movimento grazie alla musica popolare

Ogni due anni, sul lago di Zurigo si suonano strumenti tradizionali e si canta lo jodel senza sosta. Durante la Stubete am See, musicisti delle quattro regioni linguistiche della Svizzera danno prova della varietà e della vitalità della musica popolare, genere un tempo considerato minore. Nell’arco di tre giorni, si terranno 44 concerti su quattro palcoscenici; per la prima volta sono inoltre in programma eventi dedicati ai bambini e una serata danzante. Il ritmo vi trascina, ma non conoscete i passi? Allora i corsi giornalieri intensivi di ballo vi potranno essere d’aiuto. Maggiori dettagli su: www.stubeteamsee.ch


«Portable Reality» a Basilea

Il 24 settembre, a Basilea avrà inizio il ciclo di manifestazioni «Portable Reality», che si svolge sull’arco di cinque giorni. Si tratta di uno dei sei progetti di cooperazione sostenuti da Pro Helvetia nell’ambito del polo d’intervento «Cultura digitale». Tramite degli occhiali video, il gruppo belga Crew mostrerà ad esempio come l’impiego delle nuove tecnologie nel teatro possa produrre risultati di grande effetto. Il tema del rapporto tra finzione e realtà sarà oggetto di conferenze. Parteciperà a «Portable Reality» anche il collettivo Rimini Protokoll, specializzato nel teatro documentaristico. Ulteriori informazioni sul sito: www.haus-ek.org


Milo Rau a Zurigo, Ginevra, Basilea e Berna

Perché alcuni giovani europei preferiscono morire in Siria piuttosto che vivere in Europa occidentale? Questa domanda è all’origine di «The Civil Wars», la nuova produzione teatrale di Milo Rau e dell’International Institute of Political Murder che andrà in scena allo Zürcher Theater Spektakel (27-31 agosto) e al festival La Bâtie di Ginevra (8-10 settembre). Milo Rau sarà pure ospite d’onore al festival ginevrino: oltre a «Hate Radio» e «Breivik‘s Statement», verranno proiettati anche alcuni suoi film. «The Civil Wars» sarà inoltre in cartellone a ottobre a Basilea e nell’aprile 2015 a Berna. Dettagli su: www.theaterspektakel.ch e www.batie.ch


«Vanishing Point»: una mostra si interroga sul punto di fuga


«Vanishing Point» è il titolo di un road movie americano di culto girato negli anni ’70, ora ripreso da un’esposizione collettiva che aprirà i battenti il 6 settembre all’Ausstellungsraum Klingental di Basilea. Per questa mostra, la curatrice ospite polacca Agnieszka Sosnowska ha invitato Martin Chramosta, Brigitte Dätwyler, Florian Graf, Łukasz Jastrubczak, JocJohJosch, Florence Jung e Roland Roos, che presenteranno la loro personale prospettiva artistica del punto di fuga. Il soggiorno in Svizzera di Agnieszka Sosnowska è frutto di un’iniziativa comune dell’Ausstellungsraum Klingental, dell’iaab e di Pro Helvetia. Maggiori informazioni sul sito: www.ausstellungsraum.ch

 
""

Dialoghi senza parole

Le performance del duo comico «Ohne Rolf» sono mute ma ricche di arguzia: i due artisti comunicano solo tramite scritte stampate su grandi cartelli e la mimica dei loro volti. Ora hanno tradotto i loro testi in cinese. Con il sostegno dell’ufficio di collegamento di Pro Helvetia a Shanghai, a settembre presenteranno il loro spettacolo «Blattrand» al pubblico di Pechino, Hangzhou e Shanghai. Maggiori informazioni su: www.prohelvetia.cn


L’India scopre un game designer zurighese

L’ideatore svizzero di videogiochi Christian Etter ha recentemente conquistato gli App-Stores di tutto il mondo con «Drei», il cui prototipo è stato realizzato con il sostegno di Pro Helvetia. Grazie alla collaborazione dell’ufficio di collegamento di Nuova Delhi, a settembre Etter si recherà a Goa, dove terrà una relazione alla Kyoorius Designyatra, la più prestigiosa conferenza indiana dedicata ai nuovi media che attira visitatori da tutto il continente asiatico. In seguito Etter interverrà anche al National Institute of Design di Bangalore. Ulteriori informazioni su: www.prohelvetia.in


 
""

Connettetevi con noi su Facebook: www.facebook.com

 

Presentate online le vostre richieste di sostegno: www.myprohelvetia.ch

 

Un clic sul sito internet di Pro Helvetia New Delhi: www.prohelvetia.in

""
 
""

Pro Helvetia

Fondazione svizzera per la cultura

Comunicazione
Hirschengraben 22
8024 Zurigo
E-Mail: communication@prohelvetia.ch
www.prohelvetia.ch

Redazione: Isabel Drews

Traduzione: Martin Kuder

La Fondazione Pro Helvetia sostiene la cultura svizzera e ne promuove
la diffusione in Svizzera e nel mondo. 

""