Logo Pro Helvetia



NEWSLETTER 20.08.2015

""

Il Centre Culturel Suisse di Parigi, inaugurato nel 1985 nel cuore della metropoli francese, è stato la prima sede all’estero di Pro Helvetia. Con i suoi 40'000 visitatori e visitatrici all’anno, rappresenta una vetrina ormai pienamente affermata nella scena culturale parigina per l’arte e la cultura svizzere. Per celebrare il suo trentennale, dopo la pausa estiva il centro proporrà un variegato programma culturale. La fine del periodo vacanziero si avverte però anche altrove: l’arte immersa nella natura della Val-de-Travers, i festival di Marsiglia e Zurigo e la Ural Industrial Biennial of Contemporary Art sono solo alcuni esempi del ricco calendario autunnale di eventi culturali in Svizzera e nel mondo! 

 
""

Il Centre Culturel Suisse di Parigi festeggia 30 anni

Per il proprio giubileo, il Centre Culturel Suisse di Parigi ha ideato «PerformanceProcess», un formato interdisciplinare, esposizione e festival allo stesso tempo, che offre una panoramica sull’arte performativa svizzera dal 1960 a oggi. Per tre mesi, 46 artiste e artisti, compagnie e gruppi delle arti figurative e dello spettacolo presenteranno opere e documentazioni che ruotano attorno alla performance. Il programma, che sarà inaugurato il 18 settembre alla presenza del Consigliere federale Alain Berset, durerà fino al 13 dicembre. Ulteriori informazioni su www.ccsparis.com


Performance in Engadina, arte fotografica in Valle Verzasca

A breve prenderanno il via i primi due progetti nati grazie all’iniziativa di Pro Helvetia «Diversità culturale nelle regioni». Nell’ambito di «NUKLEUS NAIRS», a Scuol durante il weekend del 22-23 agosto verranno presentati diversi interventi artistici, tra cui un’installazione di luci nello storico padiglione «Büvetta Tarasp», la performance «AM KAMIN – eine Reparatur» e altre sorprese musicali e artistiche. Altre proposte seguiranno. Quale novità, il Verzasca FOTO Festival quest’anno comprende anche residenze artistiche. A beneficiarne sono gli artisti Karen Paulina Biswell e Christian Lutz, la cui mostra sarà inaugurata il 4 settembre a Sonogno e si concluderà il 4 ottobre. www.nairs.ch, www.verzascafoto.com e www.prohelvetia.ch


 
""

E… azione!

L’onomatopea è al centro della mostra «Action» all’Aargauer Kunsthaus, che presenta opere di Christian Marclay. Oltre ai fumetti, uno dei cardini del lavoro di questo artista, particolarmente interessato al rapporto tra arte, musica e cultura pop, sono previste anche videoanimazioni e opere di carta. L’esposizione, la cui vernice avrà luogo il 29 agosto e che terminerà il 15 novembre, sarà inoltre affiancata da un ricco programma collaterale, che comprende tra l’altro un picnic artistico, cerimonie del tè e performance vocali. www.aargauerkunsthaus.ch


Arte all’aperto nella Val-de-Travers

Per la settima volta, «Môtiers 2015 – Art en Plein air» ha invitato artiste e artisti a esporre le loro opere in mezzo alla natura. Quest’anno hanno preso parte all’evento 71 artisti di tutta la Svizzera, che hanno creato lavori inseriti e correlati al contesto paesaggistico. Anche se la manifestazione non prevede un tema generale, i suoi promotori auspicano comunque che vi siano dei riferimenti alla realtà storica, geografica, sociale ed economica della Val-de-Travers. La mostra è ancora aperta al pubblico fino al 20 settembre. www.artmotiers.ch


La danza in tutte le sue forme, yeah!

Un triplo urrà per il festival internazionale di danza di Zurigo YEAH YEAH YEAH! Una pièce della Compagnie Gilles Jobin ispirata alla fisica quantistica, un’elettrizzante rockografia elettrica di Lucie Eidenbenz, un balletto automobilistico, 18 ballerini in 16 metri quadrati, danze a occhi bendati: questo e molto altro attende gli spettatori dal 19 settembre al 4 ottobre alla Rote Fabrik di Zurigo. Programma e biglietti su www.yeahyeahyeah.ch.


Autunno letterario sul Lemano

Dal 4 al 6 settembre, «Le livre sur les quais» aprirà nuovamente i battenti sul lungolago di Morges. La presenza di 300 autrici e autori, di cui 160 da tutte le regioni linguistiche della Svizzera, letture pubbliche, proiezioni cinematografiche, proposte per bambini e adolescenti e manifestazioni sui battelli del lago di Ginevra invitano i visitatori a passeggiare, sfogliare libri, discutere e leggere. Questo festival, che costituisce uno dei principali appuntamenti nell’ambito della mediazione letteraria, è sostenuto da Pro Helvetia. www.lelivresurlesquais.ch


La casa dei traduttori Looren compie 10 anni

Per Pro Helvetia la casa dei traduttori Looren, situata nell’idilliaca località di Wernetshausen a pochi chilometri da Zurigo, rappresenta un importante partner per la promozione della traduzione e dei traduttori. Grazie al sostegno della Fondazione, presso questo centro traduttrici e traduttori di opere letterarie svizzere hanno l’opportunità di usufruire di residenze e partecipare a workshop e incontri con autori ed editori elvetici. Per celebrarne il decennale, gli attori Claudia Carigiet e Jürg Kienberger hanno prodotto il programma musicale-letterario «Ponti del diavolo». La tournée dello spettacolo, che si svolgerà dal 5 settembre al 17 dicembre, prenderà il via a Wernetshausen e in seguito farà tappa a Bellinzona, Losanna, Domat/Ems e Sils Maria. www.looren.net


Musica nello spazio – spazio per la musica

«ZeitRäume Basel», Biennale della musica contemporanea e dell’architettura, ruota interamente attorno allo spazio e al suono. Dal 10 al 13 settembre questo nuovo e stimolante festival, ben inserito nella scena musicale basilese, proporrà installazioni sonore, spettacoli di teatro musicale e composizioni musicali eseguite all’aperto. Sono tra l’altro in calendario prime assolute dei compositori svizzeri Beat Furrer e Jannik Giger, un’installazione sonora di Walter Fähndrich e la consegna del Gran Premio svizzero di musica 2015 da parte dell’Ufficio federale della cultura. Maggiori informazioni su: www.zeitraeumebasel.com


 
""

Focus sulla Svizzera al Festival Actoral

Quest’anno, l’«Actoral.15, festival des arts et des écritures contemporaines» di Marsiglia dedica particolare spazio al nostro Paese con la sezione «Temps fort suisse». Tra gli ospiti svizzeri figurano nomi di prestigio quali Milo Rau, Marie-Caroline Hominal, Thom Lutz e Yan Duyvendak, che inaugurerà l’evento con «Sound of Music». Il programma del festival, che invita autori, registi, coreografi, poeti e cineasti a condividere la loro visione del mondo con il pubblico, spazia dalla performance e dalle arti visive alle letture pubbliche e alla musica, rispecchiando così la varietà della creazione testuale contemporanea. www.actoral.org


Arte svizzera in una fabbrica di motociclette russa

Gli Urali, in passato centro dell’industrializzazione sovietica e famosi per l’architettura costruttivista, costituiscono un’area di confine tra Europa e Asia, tra industrializzazione e postindustrializzazione. Alla luce di questi presupposti, la «Ural Industrial Biennial of Contemporary Art» di Ekaterinburg, che avrà luogo dal 9 settembre al 10 novembre, si interroga sul rapporto tra arte contemporanea e retaggio industriale. Alla Biennale parteciperanno sei artiste e artisti svizzeri, tra cui David Siepert e Stefan Baltensperger con un intervento artistico nella fabbrica di motociclette «Irbit Motorcycle Works». www.uralbiennale.ru


Manifesti lucernesi a Pechino

Lucerna è una «capitale del manifesto»: 19 dei 100 migliori manifesti realizzati nell’area germanofona nel 2014 provengono infatti dalla città sul Lago dei Quattro Cantoni. Un’esposizione di 20 atelier lucernesi è attualmente in tournée in Estremo Oriente e farà tappa alla «Beijing Design Week». Parallelamente si svolgerà un workshop, nell’ambito del quale la grafica zurighese Sonja Zagermann e lo studio ginevrino Gavillet & Rust in collaborazione con artiste e artisti cinesi si occuperanno del contenuto redazionale e del design dei libri d’artista. www.bjdw.org


La lunga notte indiana della letteratura


Dal 25 settembre a Nuova Delhi si svolgerà la «Long Night of Literature», una piattaforma per la letteratura europea contemporanea nata nel 2010 su iniziativa di Pro Helvetia Nuova Delhi e del Goethe Institut. Durante l’edizione di quest’anno, il poeta ticinese Andrea Bianchetti leggerà alcuni dei suoi versi. www.prohelvetia.in

Un simposio artistico panafricano


Dal 2016, le arti visive e digitali costituiranno un ambito di intervento prioritario per Pro Helvetia Johannesburg. Per tale motivo, già quest’autunno una delegazione di rappresentanti della scena artistica svizzera si recherà in Sudafrica su invito di Pro Helvetia. Ne faranno parte tra l’altro Giovanni Carmine, direttore della Kunst Halle di San Gallo, e Daniel Morgenthaler, curatore dell’Helmhaus di Zurigo, che incontreranno artiste e artisti africani in occasione della «Joburg Art Fair» e del simposio della piattaforma «PAN!C». L’obiettivo è di promuovere e rendere visibile l’arte contemporanea africana non solo all’interno del proprio continente, ma anche a livello mondiale. www.fnbjoburgartfair.co.za e www.panicplatform.net

 
""

Residenza al Gasworks di Londra

Giovani artiste e artisti emergenti svizzeri hanno ora l’opportunità di candidarsi per una residenza interamente finanziata presso il centro Gasworks di Londra. Il bando di concorso si rivolge alle nuove leve di tutte le discipline delle arti visive all’inizio della propria carriera (età massima 35 anni). Il termine per l’inoltro delle candidature è il 5 ottobre. www.gasworks.org.uk


 
""

Presentate online le vostre richieste di sostegno: www.myprohelvetia.ch

 

Connettetevi con noi su Facebook: www.facebook.com

 

Un clic sul sito internet di Pro Helvetia New Delhi: www.prohelvetia.in

""
 
""

Pro Helvetia

Fondazione svizzera per la cultura

Comunicazione
Hirschengraben 22
8024 Zurigo
E-Mail: communication@prohelvetia.ch
www.prohelvetia.ch

Redazione: Isabel Drews

Traduzione: Martin Kuder

La Fondazione Pro Helvetia sostiene la cultura svizzera e ne promuove
la diffusione in Svizzera e nel mondo. 

""