Logo Pro Helvetia



NEWSLETTER 03.10.2014

""

Da 75 anni Pro Helvetia è promotrice della creazione artistica svizzera. Sin dalla sua fondazione, uno dei suoi principali compiti è quello di promuovere la presenza degli artisti svizzeri all’estero, come nel caso della prima esposizione personale di Ugo Rondinone a Shanghai. A Dresda andrà in scena la più recente produzione della compagnia di danza berlinese DorkyPark, accompagnata dalle composizioni del ticinese Oscar Bianchi. La József Trefeli Company di Ginevra si esibirà all’«International Street Festival» di Beirut, mentre sei sperimentatori sonori elvetici faranno tremare il palcoscenico in India, Bangladesh e Sri Lanka. Scoprite la cultura svizzera in giro per il mondo!

 

Pro Helvetia Comunicazione

 
""

Pro Helvetia e il suo Segretariato: una lunga storia

Pro Helvetia compie 75 anni! Poco dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale, nell’intento di garantire la «difesa spirituale» del Paese di fronte alla minaccia nazifascita proveniente da nord e sud, il Consiglio federale, il 20 ottobre 1939, diede vita alla comunità di lavoro Pro Helvetia. Nel 1940 a Zurigo fu creato il Segretariato presso la sua attuale sede (Hirschengraben 22) e nel 1949 la comunità di lavoro venne trasformata in una fondazione di diritto pubblico. Oggi Pro Helvetia contribuisce alla varietà della vita culturale in Svizzera, promuove gli scambi tra le regioni linguistiche e favorisce la visibilità dell’arte svizzera a livello internazionale. Maggiori informazioni su: www.prohelvetia.ch


Letteratura svizzera sul mercato mondiale

In vista della fiera libraria di Francoforte, la redazione di «12 Swiss Books» ha raccolto il meglio della produzione letteraria svizzera del 2014 nelle quattro lingue nazionali. Attraverso questa rivista, Pro Helvetia segnala alle case editrici internazionali 12 novità editoriali che consiglia per la traduzione, pubblicandone anche campioni di testo tradotti in inglese. Tra i titoli presentati figurano gli ultimi lavori di Lukas Bärfuss, Gertrud Leutenegger, Andrea Gianinazzi e Philippe Rahmy, ma anche opere prime tra cui quella di Heinz Helle. La rivista è disponibile in versione cartacea o online: www.prohelvetia.ch


Nuove promesse del design a Langenthal

Ogni due anni, grazie al Designer’s Saturday, Langenthal diventa la capitale della scena dell’architettura e del design. L’evento costituirà un’ottima occasione per scoprire alcuni talenti emergenti del design svizzero, che il 1. novembre nel sottotetto del Mühlehof presenteranno i loro lavori, sostenuti da Pro Helvetia nell’ambito della promozione delle nuove leve: si tratta di «Hors Pistes», progetto di scambio con il Burkina Faso, e della collezione di mobili e oggetti «La maison selon CRG», realizzata dal collettivo omonimo. Maggiori informazioni su: www.designerssaturday.ch


 
""

«Und weg mit den Minuten. Dieter Roth und die Musik»

L’intera opera di Dieter Roth, e non solo le sue famose sculture di cioccolato e muffe in decomposizione, riflette il trascorrere del tempo. Il Kunsthaus di Zugo focalizza l’attenzione per la prima volta sui lavori legati alla musica di questo artista universale scomparso nel 1998. Aperta al pubblico fino all’11 gennaio, la mostra «Und weg mit den Minuten. Dieter Roth und die Musik» si trasferirà in seguito al museo Hamburger Bahnhof di Berlino. Nell’ambito dell’esposizione viene anche proiettato il video «Selten geführte Gespräche», che mostra le performance, gli happening e gli spunti cabarettistici di Roth accompagnati da interviste ad artisti a lui vicini. Maggiori dettagli su: www.kunsthauszug.ch


Appuntamento con la letteratura romancia

I «Dis da litteratura» a Domat/Ems costituiscono il principale appuntamento con la scena letteraria romancia. La sua 24esima edizione verrà inaugurata il 7 novembre con la vernice de «Il Crestomat», il primo fumetto romancio per applicazioni mobili con testi di Sabrina Bundi e Michel Decurtins e disegni di Mathias Durisch. La manifestazione prevede anche una lettura pubblica di Attilio Bivetti, una tavola rotonda sul progetto editoriale «Portrait einer Generation in der Surselva» e un concerto del coro dei bambini della Surselva. Programma sul sito: www.litteraturarumantscha.ch


Miti fondanti e commedia popolare svizzera

Nell’autunno del 1915 rappresentanti della sinistra, tra cui Lenin e Trockij, si riunirono in incognito nella località bernese di Zimmerwald per un congresso dell’Internazionale socialista, spacciandosi per ornitologi. Su questo sfondo, nella coproduzione teatrale svizzero-russa della coppia di autori Ariane von Graffenried e Matto Kämpf, i miti fondanti del comunismo si incrociano con la commedia popolare svizzera. «Alle Vögel sind schon da» andrà in scena dal 15 ottobre allo Schlachthaus Theater di Berna e poi a Zurigo e Coira, mentre nell’aprile del 2015 sarà in cartellone a San Pietroburgo. Ulteriori informazioni su: www.schlachthaus.ch


 
""

Oscar Bianchi e Constanza Macras a Dresda

Per il suo nuovo progetto «THE PAST», la compagnia di danza DorkyPark della coreografa Constanza Macras ha voluto confrontarsi con l’arte della memoria, interrogando a tale scopo persone che si ricordano di città che oggi non esistono più. La cornice sonora di questa produzione è stata curata dal compositore ticinese Oscar Bianchi, che ha beneficiato di un sussidio per la realizzazione di opere di Pro Helvetia. La prima assoluta, che avrà luogo il 7 novembre presso il rinomato Zentrum der Künste Hellerau di Dresda, sarà seguita da un’ampia tournée europea. Maggiori dettagli su: www.hellerau.org


Prima personale di Ugo Rondinone in Cina

Per gli appassionati d’arte cinesi, l’artista svizzero Ugo Rondinone già da lungo tempo non rappresenta più uno sconosciuto. Grazie al sostegno del locale ufficio di collegamento di Pro Helvetia, il Rockbund Art Museum di Shanghai ospita ora la sua prima personale in Cina. L’esposizione, aperta al pubblico fino al 4 gennaio, è intitolata «Breathe Walk Die», come l’insegna al neon che svetta ben visibile sul tetto del museo, realizzata da Rondinone nei colori dell’arcobaleno. Maggiori informazioni su: www.prohelvetia.cn


Coreografie ginevrine al Festival di strada della capitale libanese


Quando due persone dicono la stessa cosa nello stesso momento, per scongiurare la sfortuna in inglese si usa l’espressione «jinx», in ungherese «103». Due corpi in sintonia – ecco a cosa allude «JINX 103», titolo della coreografia folcloristico-acrobatica che József Trefeli e Gabor Varga, ballerini entrambi originari dell’Europa orientale e residenti a Ginevra, presenteranno il 17 e il 18 ottobre al decimo Festival di strada di Beirut. Ulteriori informazioni su: www.beirutstreetfestival.com

Sperimentatori sonori svizzeri nel subcontinente indiano

Nell’ambito del Festival Sound Reasons 2014, città dell’India, del Bangladesh e dello Sri Lanka ospiteranno sperimentazioni sonore al crocevia tra jazz contemporaneo e musica elettronica. Grazie alla collaborazione dell’ufficio di collegamento di Pro Helvetia a Nuova Delhi, saliranno sul palco gli svizzeri Thomas Peter, Manuel Oberholzer alias Feldermelder, Marcus Maeder, il duo di improvvisazione Diatribes e Salomé Voegelin. Anche con la sua terza edizione, il Festival intende promuovere e rafforzare le collaborazioni tra artisti del suono indiani ed europei. Programma sul sito: http://soundreasons.in


 
""

Zurigo capitale del videogioco per tre giorni

«Uscire dal letargo» era stato l’auspicio formulato dal giornale per pendolari «20 Minuten» alla vigilia del festival di videogiochi «Ludicious», promosso da Pro Helvetia e dalla città di Zurigo. La Neue Zürcher Zeitung ha tracciato un bilancio positivo dell’evento, svoltosi presso il Kasernenareal di Zurigo: «i videogiochi svizzeri non devono temere il confronto internazionale». Zurigo è ancora «una realtà marginale nell’industria dei videogiochi», scrive il Tagesanzeiger, concludendo però che «proprio per questo motivo potrebbe rappresentare il suo futuro», dato che in Svizzera «i videogiochi vengono sviluppati da chi li ama». Maggiori informazioni su: www.prohelvetia.ch


 
""

Presentate online le vostre richieste di sostegno: www.myprohelvetia.ch

 

Connettetevi con noi su Facebook: www.facebook.com

 

Un clic sul sito internet di Pro Helvetia Johannesburg: www.prohelvetia.org.za

""
 
""

Pro Helvetia

Fondazione svizzera per la cultura

Comunicazione
Hirschengraben 22
8024 Zurigo
E-Mail: communication@prohelvetia.ch
www.prohelvetia.ch

Redazione: Isabel Drews

Traduzione: Martin Kuder

La Fondazione Pro Helvetia sostiene la cultura svizzera e ne promuove
la diffusione in Svizzera e nel mondo. 

""