Logo Pro Helvetia



NEWSLETTER 17.12.2015

""

«Non perdete di vista ciò che va fatto veramente!» Con questo appello Milo Rau, uno dei principali protagonisti della scena teatrale odierna, si rivolge agli artisti del futuro sull’ultimo numero di «Passages». Per celebrare il suo trentennale, la rivista culturale di Pro Helvetia propone anche diverse interviste con illustri esponenti della cultura Svizzera: Christian Marclay ha illustrato il ruolo del caso nelle sue opere, mentre lo scrittore ticinese ottantasettenne Giovanni Orelli ha stigmatizzato le compiacenze letterarie. È fresca di stampa pure la pubblicazione per il giubileo del Centre Culturel Suisse di Parigi che presenta un ritratto di 30 artisti, i quali hanno segnato la storia del Centro dalla sua fondazione nel 1985. Vi auguriamo una gradevole lettura e un felice anno nuovo!

 

Pro Helvetia Comunicazione

 
""

Il Consiglio federale approva gli obiettivi strategici

Il Consiglio federale ha approvato gli obiettivi strategici di Pro Helvetia per gli anni 2016-2020, che coincidono con le priorità stabilite nel messaggio sulla cultura relativo allo stesso periodo. La Fondazione in futuro verserà sussidi per la realizzazione di opere anche nel campo delle arti visive, e con il nuovo polo d’intervento «Cultura ed economia» intende sviluppare ulteriormente la promozione del design e dei media interattivi digitali. Leggete gli obiettivi strategici della Fondazione su: www.prohelvetia.ch


 
""

Un’industria creativa svizzera di successo

Il colosso dell’informatica Apple ha rilevato la start-up zurighese Faceshift, inventrice di una tecnologia rapida e a basso costo per imitare in tempo reale smorfie ed espressioni del viso che è stata addirittura utilizzata durante le riprese dell’ultimo film della serie «Star Wars». Questa acquisizione è la prova che il lavoro di Pro Helvetia e Swissnex San Francisco sta portando i suoi frutti: grazie al loro sostegno, Faceshift ha infatti potuto prendere parte a grandi eventi internazionali del settore quali la Game Developers Conference di San Francisco. Maggiori informazioni su: www.swissnexsanfrancisco.org


Basilea all’insegna della poesia

Dal 29 al 31 gennaio, la poesia sarà protagonista assoluta al Literaturhaus Basel. La tredicesima edizione del festival della lirica verrà inaugurata da un gruppo di allievi, che sotto la sapiente guida della poetessa Svenja Herrmann e della regista Bettina Eberhard per quattro giorni si sono dedicati alla videopoesia, un nuovo genere che consiste nella trasposizione filmica di versi. Un altro momento saliente sarà il conferimento del premio basilese di poesia al poeta e traduttore Ron Winkler. Programma sul sito: www.lyrikfestival-basel.ch


 
""

Picknick con Steiner/Lenzlinger negli Urali

Quando Gerda Steiner e Jörg Lenzlinger vengono chiamati da un museo a presentare una loro opera, normalmente arrivano a mani vuote per poi decidere sul posto il da farsi. La coppia di artisti è rimasta fedele a quest’abitudine anche rispondendo all’invito del Museo d’arte contemporanea di Perm: per l’installazione di ampie dimensioni «Picnic», ha infatti tratto ispirazione dalla vita quotidiana in questa città situata nelle distese della regione degli Urali. L’iniziativa è stata realizzata con il sostegno del programma di scambi culturali con la Russia di Pro Helvetia. Maggiori informazioni su: www.prohelvetia.ru


Arti performative a New York

A gennaio, New York diventerà la capitale delle arti performative: oltre alla fiera APAP e diversi incontri internazionali, sono in calendario i festival di tendenza «Under the Radar», «Coil» e «American Realness». Pro Helvetia coglie l’occasione per presentare nella Grande Mela il coreografo ginevrino Gilles Jobin, la sua collega losannese YoungSoon Cho Jaquet e i due registi teatrali Massimo Furlan e Thom Luz; il 13 e il 16 gennaio la Fondazione figurerà inoltre tra gli organizzatori dell’ «Artists’ Salon». Dettagli su: www.apapnyc.apap365.org


Il Marc Méan Trio in tournée con Li XiaoChuan

Il pianista jazz romando Marc Méan, affascinato dagli universi sonori dell’Estremo Oriente, durante il suo soggiorno in atelier a Shanghai agli inizi del 2014 ha allacciato contatti con la scena musicale locale. Questo dicembre, il Marc Méan Trio è ora in tournée con il noto trombettista jazz cinese Li XiaoChuan. Chi fosse interessato ad assistere a uno di questi inconsueti concerti sino-svizzeri, in cartellone tra l’altro a Shanghai, Wuhan, Guangzhou e Shenzhen, è invitato a consultare le date delle esibizioni al seguente indirizzo: marcmean.com


Opere sulla distruzione ambientale che sfidano il tempo

A Londra il 15 gennaio 2016 aprirà i battenti la prima personale in territorio britannico di Julian Charrière, artista emergente originario di Morges. All’interno della rinomata galleria d’arte contemporanea «Parasol Unit», il giovane ventottenne presenterà sculture, fotografie e installazioni. Le sue opere tematizzano in modo pregnante il riscaldamento climatico. In «Tropisme» ad esempio il tempo sembra essersi fermato: all’interno di una vetrina a -20 gradi, ha ricoperto delle piante con un sottile strato di ghiaccio. Soffia però una leggera brezza, cosicché singoli pezzi si sono staccati, evocando il futuro. Maggiori informazioni su: www.parasol-unit.org


 
""

Sviluppare nuovi progetti in India, Cina o Sudafrica

Anche nel 2017, Pro Helvetia offrirà l’opportunità di ideare e sviluppare nuovi progetti in un contesto culturale diverso mediante dei soggiorni in atelier di tre mesi in India, Cina e Sudafrica. Per queste aree e per i Paesi arabi sono anche possibili soggiorni di ricerca più brevi. La Fondazione nel contempo propone anche permanenze in Svizzera ad artisti e operatori culturali di queste regioni. Maggiori informazioni sono disponibili su old.prohelvetia.ch/sedi-nel-mondo o direttamente presso gli uffici di collegamento della Fondazione al Cairo, Nuova Delhi, Shanghai e Johannesburg.


Lavorare in tranquillità a un progetto letterario

Fino al 1. marzo 2016, autrici e autori delle quattro lingue nazionali possono sottoporre un progetto per ottenere una borsa letteraria da Pro Helvetia, grazie alla quale avranno l’opportunità di concentrarsi per un periodo prolungato sull’elaborazione di un testo letterario. Una giuria selezionerà le proposte più convincenti sotto il profilo della concezione, dei contenuti e dello stile. Maggiori informazioni sulle condizioni di partecipazione su: www.prohelvetia.ch


Da quattro a dieci mesi allo Studio Roma

Fedele alla sua vocazione umanistica, l’Istituto Svizzero di Roma (ISR) promuove il dialogo tra l’arte e le scienze. Nel quadro del suo programma «Studio Roma. Programma transdisciplinare sul contemporaneo», l’ISR ripropone dunque il bando di concorso, rivolto a giovani artisti e ricercatori, per dodici residenze nella storica Villa Maraini. Il termine per l’inoltro delle candidature è l’8 febbraio. Ulteriori dettagli sulle condizioni di partecipazione su: www.istitutosvizzero.it


 
""

75 anni di Pro Helvetia, 30 anni di «Passages»

75 anni fa, Pro Helvetia apriva i suoi primi uffici all’Hirschengraben di Zurigo, dove ancora oggi ha la sua sede, e 30 anni fa usciva il primo numero di «Passages». Queste ricorrenze forniscono lo spunto per rivolgere uno sguardo al passato: nell’ultimo numero della rivista culturale «Passages», lo storico Daniel Di Falco ricostruisce il contesto politico e sociale in cui Pro Helvetia fu fondata nel 1939, mentre l’autore e regista teatrale Milo Rau rivolge un accorato appello alle artiste e agli artisti del futuro. Scoprite «Passages» su: old.prohelvetia.ch/passages


Celebrazioni per il trentennale

Per festeggiare i suoi primi 30 anni, il Centre Culturel Suisse di Parigi ha proposto una girandola di eventi legati all’arte svizzera. Quale degna conclusione, è appena uscita una pubblicazione celebrativa per il trentennale, in cui 30 autori rinomati tracciano un ritratto di 30 artisti svizzere che hanno segnato la storia del Centro dal 1985 al 2015. Il volume offre inoltre una cronologia riccamente illustrata e un’intervista congiunta a quattro direttori che hanno plasmato questa vetrina della cultura svizzera a Parigi. Maggiori informazioni su: www.ccsparis.com


 
""

Presentate online le vostre richieste di sostegno: www.myprohelvetia.ch

 

Connettetevi con noi su Facebook: www.facebook.com

 

Un clic sul sito internet di Pro Helvetia New Delhi: www.prohelvetia.in

""
 
""

Pro Helvetia

Fondazione svizzera per la cultura

Comunicazione
Hirschengraben 22
8024 Zurigo
E-Mail: communication@prohelvetia.ch
www.prohelvetia.ch

Redazione: Isabel Drews

Traduzione: Martin Kuder

La Fondazione Pro Helvetia sostiene la cultura svizzera e ne promuove
la diffusione in Svizzera e nel mondo. 

""