I nostri uffici e partner nel mondo

Libri di fotografia

Ruth Erdt

Ruth Erdt, Nicht zittern, 2017
Christoph, Zürich, 1996

Ruth Erdt, Nicht zittern
Lars Müller Publishers, Zurigo, 2017

ISBN 978-3-03778-540-9

Non tremare – a chi è indirizzata questa raccomandazione? Alla persona davanti all’obiettivo o a quella che ci sta dietro? Al corpo del soggetto o alla mano della fotografa? Il titolo del libro coglie esattamente questo fattore di vicinanza e intimità tra i protagonisti, che in seguito si riverbera nel contenuto stesso. Ruth Erdt non tiene a distanza, né se stessa né chi ha di fronte. Nella prima metà mediante le sue parole, nella seconda con le sue fotografie avvicina moltissimo i lettori al suo obiettivo, offrendo uno sguardo ravvicinato sulla sua fotografia e la sua essenza. Da un duplice punto di vista, il libro costituisce quindi un autoritratto. Parole e fotografie formano un tutt’uno, riflettono olograficamente il loro oggetto da due punti di vista e si intrecciano in una sola e unica storia. Con le sue fotografie, Ruth Erdt afferma anche di voler mettere in discussione i canoni visivi predominanti da una prospettiva femminile. Questo suo libro, che ne descrive il percorso artistico, costituisce inoltre una riflessione da un’ottica estremamente personale su una cesura fondamentale nella storia della fotografia, ossia il passaggio dalla fotografia analogica a quella digitale e l’inizio del profluvio narcisistico di immagini sui social media. Fotografare è pensare. Ogni sguardo è un pensiero. [Alice Wilke]