I nostri uffici e partner nel mondo

Biennali di Venezia

Biennale 2020: Swissbordertour

Partecipazione svizzera

biennials.ch

Maggiori informazioni

swissbordertour.ch

Il Padiglione svizzero alla Biennale di architettura di Venezia 2020 sarà allestito da un team formato dagli architetti e artisti Vanessa Lacaille, Mounir Ayoub, Fabrice Aragno e Pierre Szczepski. Il loro progetto si occupa della percezione spaziale della frontiera svizzera.

A cosa assomiglia la frontiera svizzera? Qual è il suo spessore? Il progetto per il Padiglione svizzero della Biennale di architettura di Venezia 2020 propone di prendere la misura della realtà fisica e della percezione sensibile della frontiera e di restituirne lo spessore tangibile e intangibile mediante un dispositivo espositivo situato a Venezia e in Svizzera.

La prima fase del progetto, che prenderà avvio a settembre e si concluderà nel dicembre 2019, è itinerante e va incontro agli abitanti della frontiera. A ogni tappa, un camion allestito come atelier per la realizzazione di modelli sarà parcheggiato nello spazio pubblico. Gli abitanti dei Comuni visitati saranno invitati a condividere le loro visioni e a costruire dei modellini di un luogo di loro scelta sulla frontiera. Tutti i materiali raccolti verranno in seguito sintetizzati ed esposti al Padiglione svizzero di Venezia e nei Comuni di frontiera svizzeri.

Il sito web swiwssbordertour.ch è attivo durante l’intera fase di ricerca, così come durante l’esposizione itinerante, e fornisce informazioni sulle varie tappe.

Foto © Team della Biennale di architettura di Venezia 2020