I nostri uffici e partner nel mondo

Senza categoria

Dopo l’esposizione universale EXPO 2005: la cultura svizzera in tournée in Giappone

Comunicato stampa del 08.09.2005

Il padiglione svizzero all’esposizione mondiale di Aichi chiuderà i battenti alla fine di settembre. Ma la cultura svizzera sarà presente in Giappone ancora per un anno. La seconda parte del programma culturale 0406 SWISS CONTEMPORARY ARTS IN JAPAN di Pro Helvetia inizierà nell’autunno 2005. Uno degli eventi principali del vasto programma di 35 progetti sarà l’esposizione «Alpine Air. La montagna nell’arte svizzera», curata da Beat Wismer, direttore dell’Aargauer Kunsthaus. Partendo dal tema della montagna, l’esposizione mostra per la prima volta una panoramica rappresentativa dell’arte visiva elvetica dal 18° secolo ad oggi.

Il programma culturale biennale 0406 SWISS CONTEMPORARY ARTS IN JAPAN è nato in occasione della partecipazione svizzera all’esposizione mondiale in Giappone. Esso offre al pubblico nipponico un’ampia panoramica sull’arte contemporanea svizzera e promuove collaborazioni fra organizzatori locali e artisti elvetici. Il programma è scattato nell’autunno 2004 e durerà fino ad ottobre 2006. Complessivamente saranno realizzati circa 35 progetti in 20 città giapponesi. Sono coinvolti più di 100 artiste ed artisti svizzeri di tutte le discipline. Il programma, con un budget totale di 2.5 milioni di franchi, è realizzato da Pro Helvetia in stretta collaborazione con partner svizzeri e locali, SWISS FILMS, Presenza Svizzera e l’ambasciata svizzera a Tokyo.

Un’immagine a tutto tondo dell’arte svizzera

La mostra «Alpine Air. La montagna nell’arte svizzera » è pronta per la partenza verso il Giappone. Curata da Beat Wismer, direttore dell’Aargauer Kunsthaus, la rassegna è realizzata in stretta collaborazione con il Bunkamura Museum of Art di Tokio. La montagna, i monti e le Alpi non solo caratterizzano la topografia del paesaggio svizzero, ma determinano anche in un senso molto più globale la percezione della Svizzera. La mostra offre così, al di là del soggetto della montagna, un quadro rappresentativo dell’arte elvetica dalla fine del 18° secolo ad oggi. L’esposizione verrà inaugurata il 29 ottobre a Matsumoto City, si trasferirà nel mese di gennaio 2006 a Shimane / Matsue City e terminerà il tour giapponese nel mese di marzo 2006 al rinomato Bunkamura Museum of Art di Tokio. La mostra presenta per la prima volta in Giappone un’ampia rassegna dell’arte elvetica degli ultimi 200 anni. «Alpine Air» è cofinanziata dal Canton Argovia.

Altri progetti fino all’autunno 2006

Altre manifestazioni significative dei progetti che partiranno a fine settembre 2005 in Giappone sono l’esposizione «small & beautiful» con 400 oggetti di design svizzero di ieri e di oggi. L’esposizione è stata rielaborata per il Giappone e integrata con oggetti locali. La rassegna «La Svizzera, paese di fumetti» mostra una panoramica delle attuali tendenze nel mondo dei fumetti svizzeri. Alle opere di dodici fumettisti elvetici saranno contrapposti disegni manga giapponesi. Una collaborazione molto particolare è stata istituita tra i Festival del cinema documentario YIDFF di Yamagata (Giappone) e Visions du Réel di Nyon. Asako Fujioka, responsabile del programma dell’YIDFF, e Jean Perret, direttore di Visions du Réel (Nyon) hanno realizzato un programma comune nipponico-elvetico di film dal titolo «all about me? Japanese and Swiss Personal Documentaries», che sarà presentato al pubblico a Yamagata dal 7 al 13 ottobre e a Nyon nella primavera del 2006. Una visione d’assieme dell’intero programma di 0406 SWISS CONTEMPORARY ARTS si trova sul sito www.dynamic-switzerland.jp e nel programma di 80 pagine, ottenibile gratuitamente presso Pro Helvetia (info@pro-helvetia.ch) in versione inglese/giapponese.

Contatti:

Sabina Schwarzenb