I nostri uffici e partner nel mondo

Fischio d’inizio per il programma binazionale «Viavai – Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia»

L’inaugurazione ufficiale di «Viavai – Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia» si terrà domenica 7 settembre 2014, presso il Museo Cantonale d’Arte di Lugano. Ne è promotrice Pro Helvetia, in partenariato con i cantoni Ticino e Vallese, la città di Zurigo, la Fondazione Ernst Göhner, con il patrocinio della Regione Lombardia e del comune di Milano. I 19 progetti realizzati nell’ambito del programma sono il frutto di collaborazioni binazionali che hanno coinvolto oltre 100 istituzioni e attori culturali svizzeri e lombardi. Fino ad aprile 2015, nei due paesi si terranno circa un centinaio di manifestazioni culturali di tutte le discipline artistiche.

Il lancio ufficiale del programma «Viavai» si terrà domenica prossima presso il Museo Cantonale d’Arte alla presenza di Manuele Bertoli Direttore del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) del Cantone Ticino e Cristina Cappellini, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia, Marco Borradori, sindaco di Lugano, e Charles Beer, Presidente di Pro Helvetia. Questo programma di scambio binazionale si prefigge di rafforzare i legami fra istituzioni e attori culturali lombardi e svizzeri.

19 progetti multidisciplinari in Svizzera e in Lombardia
Il programma «Viavai» permette la realizzazione di 19 progetti di tutte le discipline artistiche, che saranno presentati al pubblico in Svizzera e in Lombardia tra settembre 2014 e aprile 2015. Il ricco ventaglio di proposte spazia dal progetto «LeggiLO LeggiTI», che mira alla promozione e alla diffusione della lettura ad alta voce, a «XiViX Op. 1515 pour mannequins & ensemble», che prevede la creazione di capi d’abbigliamento e di composizioni musicali a loro abbinati, fino a «Vedi alla voce», il cui obiettivo è la realizzazione di installazioni multimediali e performance a partire da materiale audio sulle migrazioni italiane in Vallese. Inoltre, nell’ambito del progetto dal titolo «Transmedia» verrà organizzata una serie di eventi all’insegna di sperimentazioni audiovisive tra Milano e Zurigo. Sarà aperta al pubblico domenica 7 settembre, dalle 14.00 alle 16.30, presso il Museo cantonale d’Arte, l’esposizione dei risultati del workshop «Arte ri-programmata». Si potranno visionare in anteprima le riproduzioni delle opere interattive del collettivo milanese Gruppo T, realizzate negli anni ’60 del secolo scorso, reinterpretate grazie alle nuove tecnologie.
«Viavai si inserisce in una serie di programmi di scambio transfrontalieri promossi da Pro Helvetia, che hanno come obiettivo la creazione di una rete di contatti fra istituzioni e attori culturali svizzeri e dei paesi limitrofi», spiega il presidente della Fondazione Charles Beer. Manuele Bertoli aggiunge: «Grazie a «Viavai», la cultura ci permette di essere attivi anche a sud, verso la nostra patria culturale, l’Italia, e di mostrare le grandi prospettive che la conoscenza della realtà svizzera può offrire ai nostri vicini e, viceversa, le opportunità che ne possono derivare anche per il nostro paese».
L’Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia Cristina Cappellini ha dal canto suo dichiarato: «Le due terre di confine sono unite da comuni radici storiche e identitarie. Come Regione guardiamo con grande favore a progetti che uniscono realtà lombarde e svizzere anche nell’ottica della nascente Macroregione Alpina.»
Durante il periodo di svolgimento delle manifestazioni legate ai progetti, sarà organizzato un programma di accompagnamento, che comprenderà workshop e tavole rotonde, ai quali parteciperanno specialisti del settore culturale. L’intero programma di scambi binazionali «Viavai – Contrabbando culturale Svizzera-Lombardia» è promosso dalla Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia ed è realizzato in partenariato con i cantoni Ticino e Vallese, la città di Zurigo, la Fondazione Ernst Göhner. L’iniziativa si avvale del patrocinio degli Assessorati alla Cultura della Regione Lombardia e del Comune di Milano.
Ulteriori informazioni sul programma sono disponibili sul sito www.viavai-cultura.net.

Coordinazione delle informazioni ai media:

Per la Svizzera: Valentina Janner, Comunicazione, Pro Helvetia

Tel. +41 44 267 71 32, vjanner@prohelvetia.ch

Per l’Italia: Luana Solla, Agenzia MY COM FACTORY, Milano

Tel +39 334/3369695, luana.solla@mycomfactory.com”>
Segui Viavai su Facebook
e Twitter @Viavai1415

Comunicato stampa della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia, 05.09.2014