I nostri uffici e partner nel mondo

Inaugurazione al Centro culturale svizzero di Parigi

Comunicato stampa del 16.01.2003

Primo programma del nuovo direttore, Michel Ritter

Il 18 gennaio 2003 il Centro culturale svizzero di Parigi (CCSP), gestito dalla Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia, inaugurerà il primo programma varato sotto la guida di Michel Ritter, in carica come direttore del CCSP dal settembre 2002: una serie interdisciplinare di manifestazioni che entro il 31 marzo presenterà nei locali del centro, operante nel quartiere parigino del Marais dal 1985, un buon numero di artisti svizzeri contemporanei.

Ritter, nel solco dei suoi molti anni di attività come responsabile del centro friburghese di arte contemporanea Fri-art, al CCSP si occuperà delle tendenze e forme espressive artistiche più recenti, rapportando le posizioni «classiche» al presente. Allo scopo di sviluppare forme nuove di presentazione dell’arte, con lui il CCSP intende creare agganci interdisciplinari e una mescolanza feconda fra generi artistici: gli spazi aperti e un piano generale flessibile di manifestazioni dovrebbero tenere conto di un’entità fugace come l’arte contemporanea, non impostata sul lungo periodo. Il ciclo di manifestazioni in esame, previsto sull’arco di più settimane, graviterà sul quesito del «luogo» nell’arte e sulla sua importanza ai giorni nostri. Con questo suo primo programma Ritter rinuncia consapevolmente a un tema unitario generale: il titolo «mur», «sol», «là», «ici» rinvia piuttosto alla presenza illimitata di forme diverse dell’espressione artistica, in base al principio per cui le pareti appartengono alle opere plastiche o visive e il pavimento alle altre arti. La mostra presenterà lavori di oltre trenta svizzeri piuttosto giovani, fra cui Emmanuelle Antille, Sylvie Fleury, Yves Netzhammer e il tandem Monica Studer / Christoph van den Berg. Ogni giovedì sera, fino al 27.3.2003, sono previste manifestazioni in vari campi (musica, multimedia, teatro, danza, performance, letteratura, architettura, moda, scienze e tecnica), ogni domenica sera proiezioni di film; dal 26 febbraio al 2 marzo si potrà dare uno sguardo alle produzioni attuali dell’istituzione invitata, il teatro Arsenic di Losanna.

L’inaugurazione di «Mursollaici», con contributi di Gilles Jobin, Heinrich Lüber, Yann Duyvendak, Stimmhorn e Natalia Solo-Mâtine, avrà luogo in due fasi: sabato 18 gennaio 2003 per gli ospiti su invito, domenica 19 per il pubblico. Il programma dettagliato di «Mursollaici» è consultabile sul sito web del CCSP (www.ccsparis.com).