I nostri uffici e partner nel mondo

Senza categoria

La Svizzera ospite d’onore alla fiera del libro di Mosca

14 scrittori di tutte le regioni linguistiche della Svizzera, tra cui Charles Lewinsky, Corinne Desarzens, Andrea Fazioli e Arno Camenisch, rappresentano il nostro Paese all’edizione 2013 di «non/fiction», la più importante fiera internazionale del libro russa. Per la prima volta, la Svizzera è il Paese ospite d’onore di questo grande evento, che oggi apre le sue porte nel centro di Mosca.

Se ai tempi dell’Unione Sovietica la metropolitana di Mosca era considerata una grande sala di lettura su rotaie, anche oggi la letteratura ha una grande rilevanza nella società russa: la patria di Gogol è infatti uno dei Paesi dove si legge di più al mondo.

Da oggi il pubblico moscovita avrà la possibilità di incontrare 14 scrittori svizzeri. La Confederazione è infatti per la prima volta il Paese ospite d’onore alla fiera della letteratura narrativa e saggistica «non/fiction», la più importante fiera internazionale del libro russa che ha luogo nel centro di Mosca. Della delegazione elvetica fanno parte, oltre agli autori Christoph Simon, Janine Massard, Andrea Fazioli, Arno Camenisch e Mikhail Shishkin (romanziere da molti anni residente in Svizzera che scrive in russo), anche gli editori zurighesi Ricco Bilger e Sabine Dörlemann e le case editrici «l’Age d‘Homme» e «Noir sur blanc» di Losanna.

Un’immersione nella letteratura svizzera

La presenza svizzera alla fiera «non/fiction» di Mosca, che durerà fino al 1° dicembre, è incentrata sul plurilinguismo e sulla varietà del panorama letterario elvetico. Gli scrittori saranno protagonisti di un ricco programma di manifestazioni, anche al di fuori della fiera: Arno Camenisch terrà una lettura pubblica in un pub, il romando Eugène si esibirà in una performance e la pièce di Lukas Bärfuss «Der Bus» verrà portata in scena al Teatro d’arte di Mosca. Allo stand elvetico, il pubblico potrà sfogliare opere svizzere e anche acquistarne le numerose traduzioni in russo (ad esempio di Peter von Matt, Catherine Lovey e Alberto Nessi) pubblicate proprio in vista di questo evento dalle case editrici russe.

Questa forte presenza della letteratura svizzera a Mosca si inserisce nel programma di scambi culturali «Swiss Made in Russia. Contemporary Cultural Exchanges 2013-2015» di Pro Helvetia ed è stata promossa dalla Fondazione in collaborazione con la fiera del libro di Ginevra «Salon du livre» e l’Associazione svizzero-tedesca dei librai e degli editori (SBVV).

Informazioni ai media: Sabina Schwarzenbach, responsabile Comunicazione,

Tel. +41 44 267 71 39, Fax +41 44 267 71 06, sschwarzenbach@prohelvetia.ch

Comunicato stampa della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia, 27.11.2013