I nostri uffici e partner nel mondo

Senza categoria

L’Ucraina studia il modello svizzero di sostegno alla cultura

Comunicato stampa della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia e della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), 1° giugno 2004

Dal 7 all’11 giugno alcuni membri della commissione culturale del parlamento ucraino e altri esperti culturali ucraini saranno in Svizzera per informarsi sul modello elvetico di sostegno alla cultura. La visita è organizzata dal «Programma culturale svizzero Europa sudorientale e Ucraina» (SCP), gestito dalla Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia su mandato della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

In Ucraina attualmente la commissione culturale del parlamento sta elaborando le basi di una nuova politica culturale nazionale. La cultura assume un ruolo chiave nel processo di trasformazione del paese, che coinvolge tutti i campi della vita politica, sociale ed economica; la veste data alla politica culturale è quindi determinante per lo sviluppo a lungo termine e il consolidamento democratico del giovane Stato.

L’esempio svizzero servirà agli esperti culturali ucraini per studiare questioni di identità e varietà culturale, il principio di sussidiarietà e l’interazione fra sostegno pubblico e privato alla cultura; la delegazione avrà colloqui con membri del parlamento e operatori culturali, con l’Ufficio federale della cultura, con Pro Helvetia, con organi cantonali e cittadini preposti alla cultura nonché con istituti culturali di diritto pubblico e privato. L’approccio alle minoranze culturali e il plurilinguismo sono campi importanti in cui l’Ucraina può approfittare delle esperienze svizzere per elaborare una nuova politica culturale.

Dal 1999 Pro Helvetia, nell’ambito per «Programma culturale svizzero Europa sudorientale e Ucraina» (SCP) e su mandato della DSC, sostiene progetti di operatori culturali locali e lo sviluppo di organizzazioni culturali in Ucraina. Oggi, per esempio, si sta elaborando un progetto di cooperazione per la formazione di manager culturali a Odessa; di una piccola azione d’aiuto SCP ha beneficiato anche la rivista culturale «Dialogue», il cui numero di gennaio 2004 è stato dedicato alla politica culturale elvetica e ha quindi reso attenta alla Svizzera la commissione culturale del parlamento ucraino.

Interviste di esponenti della stampa a singoli membri della delegazione si possono organizzare a Berna, Losanna e Zurigo rispettivamente l’8, il 9 e il 10 giugno.

Contatto:

Sabina Schwarzenbach, responsabile della comunicazione di Pro Helvetia, T: 01 267 71 39, E: sschwarzenbach@pro-helvetia.ch)

Thomas Jenatsch, portavoce della DSC per la cooperazione con l’Est, T: 031 325 91 26, 079 300 48 63,

E: thomas.jenatsch@deza.admin.ch

Leonid Taniuk, Presidente della commissione parlamentare

Valeria Zaklunna-Myronenko, Membro della commissione parlamentare, presidente della sottocommissione per l´arte e le attività culturali

Volodymyr Nakonechny, Membro della commissione parlamentare

Raisa Lohvynenko, Responsabile del segretariato della commissione parlamentare

Hanna Chmil, Consulente della commissione parlamentare, membro corrispondente dell´Accademia nazionale di belle arti

Olexandr Butsenko, Consulente della commissione parlamentare, direttore del centro d´informazione e di analisi «Democrazia attraverso la cultura», membro del parlamento culturale europeo

Liudmyla Garbuz, Responsabile dell´ufficio Pro Helvetia/SCP a Kiev

Il Programma culturale