I nostri uffici e partner nel mondo

Senza categoria

Nuovi membri nel Consiglio di fondazione di Pro Helvetia

Il Consiglio federale ha nominato il nuovo Consiglio di fondazione di Pro Helvetia; tra i 25 membri figurano sei nuovi esperti. Rimane assicurata una forte rappresentanza delle minoranze. Con l’entrata in vigore della legge sulla promozione della cultura nel 2012 l’attuale Consiglio sarà ridimensionato e affiancato da una Commissione esterna di esperti.

  • Con il musicologo 42enne Dieter Ringli di Zurigo entra per la prima volta a far parte del Consiglio di Fondazione uno specialista della musica popolare. Si tratta di una conseguenza dell’ammissione, dal 2008, del sostegno alla cultura popolare nel portafoglio di Pro Helvetia. Ringli insegna Etnologia musicale ed Estetica della cultura pop presso due Scuole universitarie ed è un esperto della scena musicale popolare.
  • Isabelle Mili è una profonda conoscitrice della musica contemporanea e del teatro musicale. La 53enne ginevrina vanta una vasta esperienza come mediatrice musicale. Dal 2007 è Presidente del Consiglio svizzero della musica.
  • Thomas Meyer è considerato un esperto generalista di musica classica. Da più di trent’anni segue come musicologo e giornalista la scena musicale presso «Radio DRS 2», dalle colonne del «Tagesanzeiger» e in altre riviste.
  • Si aggiunge al gruppo di lavoro Teatro e danza Romana Walther, nata in Bregaglia nel 1977. L’operatrice culturale di «Pro Grigioni Italiano» si impegna per lo scambio tra le regioni di montagna e i centri urbani.
  • Il 34enne ticinese Boris Magrini è uno dei più noti curatori indipendenti della giovane generazione. Fino al 2009 è stato attivo presso lo spazio per l’arte contemporanea «I Sotterranei dell’Arte» a Monte Carasso, un’importante piattaforma per la giovane scena artistica in Ticino.
  • Con Felix Uhlmann il comitato direttore della Fondazione si arricchisce delle competenze di un autorevole giurista. Il 41enne basilese è professore di Diritto pubblico e amministrativo presso l’Università di Zurigo. Si è occupato più volte di questioni concernenti la libertà artistica e la promozione culturale.

L’elenco completo dei membri del Consiglio può essere consultato sul sito www.prohelvetia.ch.

Un organo transitorio

Nella sua nuova composizione, il Consiglio di fondazione resterà tuttavia in carica soltanto per due anni. Nel 2012 entrerà in vigore la nuova legge sulla promozione della cultura approvata dalle Camere. Essa prevede una riduzione del Consiglio di fondazione a nove membri. Il nuovo organo si occuperà unicamente di questioni strategiche e sarà affiancato da una commissione di esperti indipendente di 13 membri che valuterà le domande e i progetti. Queste misure miglioreranno la flessibilità dell’organizzazione.

Informazioni ai media: Sabina Schwarzenbach, responsabile Comunicazione Tel. +41 44 267 71 39, fax +41 44 267 71 06, sschwarzenbach@prohelvetia.ch

Comunicato stampa della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia, 14 gennaio 2010