I nostri uffici e partner nel mondo

Pro Helvetia assegna commesse e borse a scrittori e traduttori

Comunicato stampa del 31.03.2003

Nel 2003 sono oltre trenta e, rispettivamente, otto i beneficiari delle commesse letterarie e delle borse di traduzione concesse da Pro Helvetia. Le prime, per un totale di 650 000 franchi, vanno a persone di ogni regione linguistica svizzera che hanno già pubblicato almeno un libro; ricevendo importi fino a un massimo di 40 000 franchi, scrittrici e scrittori hanno la possibilità di dedicarsi interamente ai loro progetti letterari. Anche quest’anno, inoltre, la Fondazione assegna borse per un totale di 150 000 franchi a traduttrici e traduttori che con la loro attività hanno favorito la diffusione di opere letterarie in una delle regioni linguistiche svizzere; il sussidio consentirà loro di lavorare a nuovi progetti di traduzione.

Questi i beneficiari delle commesse letterarie nel 2003: per la Svizzera tedesca Elisabeth Binder (Unterstammheim), Georg Brunold (Zurigo), Regi Clare (Edimburgo), Gerd Imbsweiler (Basilea), Friederike Kretzen (Basilea), Guy Krneta (Zurigo), Tim Krohn (Zurigo), Alex Sadkowsky (Zurigo), Andreas Sauter (Berlino), Ruth Schweikert (Zurigo), Heinz Stalder (Londra), Michael Stauffer (Bienne), Alain Claude Sulzer (Basilea), Christina Viragh (Roma), Rolf Winnewisser (Ennetbaden) e Willi Wottreng (Zurigo); per la Svizzera francese Anne Brécart (Ginevra), Olivier Chiacchiari (Ginevra), Jean-Michel Olivier (Ginevra), Guy Poitry (Ginevra), Noëlle Revaz (Losanna), Silvia Ricci Lempen (Grandvaux), Daniel de Roulet (Frasne-les-Meulières, Francia) e Alexandre Voisard (Courtelevant, Francia); per la Svizzera italiana Fabio de Agostini (Roma), Giuseppe Curonici (Breganzona) e Federico Hindermann (Aarau); per la Svizzera romancia Claudia Cadruvi (Uznach), Silvio Camenisch (Domat/Ems), Vic Hendry (Sciaffusa) e Fadrina Hofmann (Friburgo).

Beneficiari delle borse di traduzione sono Maurizia Balmelli (Locarno), Ursicin G. G. Derungs (Vella), Christoph Ferber (Alicudi, Messina), Daniela Idra (Milano), Philippe Jaccottet (Grignan/Drôme, Francia), Magdalena Popescu-Marin (Bucarest), Elfriede Riegler (Ginevra) e Kurt Steinmann (Reussbühl).