I nostri uffici e partner nel mondo

Senza categoria

Pro Helvetia: bilancio 2007

Comunicato stampa del 22.04.2008

Nel 2007 la Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia ha dimostrato l´efficacia dei suoi sforzi miranti a snellire l´amministrazione. Del contributo federale disponibile l´anno scorso (32 milioni di franchi), il 14,7% è stato assorbito da spese amministrative e il resto è stato utilizzato per finanziare progetti, oltre a iniziative culturali della Fondazione stessa. Quest´ultima è intervenuta direttamente nei settori della cultura popolare (programma «echos») e degli scambi con la Francia (programma «La belle voisine»). Un tratto saliente del 2007 è stato il dibattito concernente le due nuove leggi sulla promozione della cultura e su Pro Helvetia.

L´anno scorso la Fondazione ha concesso sussidi per 21,8 milioni di franchi e investito altri 5,4 milioni in iniziative culturali proprie (gestione degli uffici esterni, realizzazione di programmi, redazione e distribuzione di informazioni culturali sulla Svizzera). I costi per l´apparato amministrativo sono risultati pari a 4,7 milioni di franchi. Nell´ambito del programma «La belle voisine» sono stati rafforzati i vincoli culturali con la Francia: dal gennaio al marzo 2007 oltre 300 artisti svizzeri hanno partecipato a 160 manifestazioni nella regione francese Rhône-Alpes. Con «echos – cultura popolare per domani», da oltre un anno Pro Helvetia e 15 cantoni stanno gettando le basi di una promozione futura della cultura popolare.

Scarsi margini finanziari di manovra
Il credito quadro effettivo per il 2007 (32 milioni di franchi) è stato inferiore di un milione a quanto previsto in origine dalla pianificazione finanziaria federale e all´importo disponibile nel 2006. In termini assoluti la Fondazione ha potuto ridurre ulteriormente i propri costi amministrativi, ma rispetto all´anno precedente si è dovuta rassegnare a un lieve aumento in termini relativi (dal 14,4 al 14,7%). Causa del fenomeno è stato il varo a breve scadenza del taglio di bilancio, impossibile da compensare con misure ulteriori di risparmio. In campo finanziario, inoltre, oggi per Pro Helvetia i margini di manovra sono assottigliati da direttive amministrative della Confederazione (cambiamento di sistema alla cassa pensione federale Publica, compensazione del rincaro per il personale, spese aggiuntive per sistemi di controllo). Dall´inizio del 2008 Pro Helvetia adotta nei suoi rendiconti lo standard certificato ZEWO per organizzazioni non profit, con cui spera di raggiungere una trasparenza ancora maggiore nella gestione dei costi.

Prospettive future
Al centro dell´attenzione sono la futura legge sulla promozione della cultura e la legge riveduta su Pro Helvetia, attualmente oggetto di dibattito parlamentare. Augurandosi che entrambe vengano trattate al più presto, la Fondazione auspica di poter conservare la propria autonomia e guadagnare in flessibilità.

Informazioni ai media: Sabina Schwarzenbach, Responsabile Comunicazione, Tel. +41 44 267 71 39, fax +41 44 267 71 06, sschwarzenbach@prohelvetia.ch

Comunicato stampa della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia del 22 aprile 2008