I nostri uffici e partner nel mondo

La Fondazione

Offrire prospettive: Pro Helvetia adegua le proprie misure di sostegno

Da quando, esattamente un anno fa, il Consiglio federale proclamava il primo lockdown, il settore culturale è in crisi. Pro Helvetia segue con grande preoccupazione la situazione e, per far fronte a queste difficoltà, ha elaborato «Bridges to the future», un pacchetto di misure di sostegno straordinarie che comprende adeguamenti alle attività di promozione in tutte le discipline patrocinate dalla Fondazione e dieci bandi di concorso. «Bridges to the future» offre l’opportunità ad artiste e artisti, così come a operatrici e operatori culturali, di adattare la propria attività alle circostanze attuali e gettare le basi per il futuro. Un’attenzione particolare è rivolta ai modelli digitali e ibridi di diffusione e di promozione dei contatti. 

Esattamente un anno fa, il Consiglio federale proclamava per la prima volta la «situazione straordinaria» e decideva il primo lockdown. A 12 mesi di distanza, numerosi artisti e artiste sono ancora costretti a fare i conti con la sostanziale impossibilità di esercitare la propria professione e con le gravi conseguenze per il loro percorso artistico e la loro condizione economica che ne conseguono. Per questo motivo, Pro Helvetia lancia nuovamente numerose misure di sostegno specifiche per promuovere in maniera mirata il settore culturale nell’attuale fase di trasformazione. Con il pacchetto di misure «Bridges to the Future», la Fondazione adegua da un lato gli strumenti di sostegno già esistenti alle condizioni di produzione attuali e, dall’altro, lancia dieci bandi di concorso, il cui obiettivo principale è offrire ad artisti, artiste, operatori e operatrici culturali di tutte le discipline l’opportunità di far evolvere la propria attività e adeguarla alle sfide del futuro.

Le misure «Bridges to the future» intendono promuovere nuovi modelli per favorire la diffusione, la visibilità e le reti di contatti nel quadro del mercato culturale sia nazionale che internazionale. Riprendendo le parole di Philippe Bischof, direttore di Pro Helvetia:

«La pandemia e le sue profonde ripercussioni costringono artisti e operatori culturali ad attrezzarsi per il futuro. Se per il momento il settore culturale ha assunto una dimensione più locale, ora si tratta di sviluppare nuovi modelli di collaborazione e di promozione dei contatti a livello internazionale proiettati verso il futuro. Dall’inizio della pandemia già diversi nuovi approcci e iniziative hanno visto la luce.»

«Bridges to the Future» si riallaccia a queste esperienze puntando soprattutto sulle competenze digitali degli operatori culturali e sull’elaborazione di modelli ibridi.

Nell’ambito del design e dei media interattivi, la Fondazione supporta ad esempio le creative e i creativi con «Digital Matchbox»: grazie a questa nuova proposta, alcuni studi selezionati avranno l’opportunità di presentare online i propri progetti a interlocutori dell’industria e di conquistare nuove fasce di pubblico mediante strategie di marketing. Per quanto riguarda invece le arti sceniche, Pro Helvetia d’ora in poi patrocinerà anche produzioni ibride e digitali e le relative tournée. Le operatrici e gli operatori letterari, dal canto loro, potranno presentare richieste per la realizzazione di progetti digitali (ad esempio podcast, cicli di letture in rete, booktrailer) volti a favorire la diffusione della letteratura svizzera contemporanea.

Con «Bridges to the Future» continua l’opera mirata di Pro Helvetia per sostenere il settore culturale durante la crisi sanitaria. Dall’aprile 2020 la Fondazione ha promosso numerose iniziative e bandi di concorso per assistere gli operatori culturali nel corso della pandemia e dell’attuale fase di trasformazione.

Lisa Stadler
+41 44 267 71 51
lstadler@prohelvetia.ch