Bando di concorso per il contributo al Padiglione svizzero, Biennale Arte di Venezia 2026

Biennale di Venezia
© Samuele Cherubini

Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia 2026

La Biennale Arte di Venezia, uno dei più importanti appuntamenti per l’arte contemporanea a livello mondiale, offre alle artiste e agli artisti una vetrina globale con un pubblico internazionale.

Ai Giardini della Biennale, la Svizzera possiede e allestisce un Padiglione nazionale, di cui Pro Helvetia è responsabile dal 2012. In qualità di Commissario dell’esposizione, la Fondazione svizzera per la cultura definisce le procedure di selezione e nomina le giurie nonché le persone/i team per la realizzazione dei progetti nel Padiglione svizzero.

Per la Biennale Arte 2026, Pro Helvetia designerà per la prima volta il contributo svizzero tramite un bando di concorso aperto.

Verranno presi in considerazione progetti artistici e curatoriali che si confrontano in maniera originale con temi artistici, sociali e politici di attualità. Non esistono vincoli per quanto riguarda i formati e gli strumenti artistici, da intendersi in chiave transdisciplinare. Sono richiesti chiari riferimenti alla Svizzera e alla sua creazione artistica contemporanea.


Cosa?

  • Pro Helvetia designa il contributo svizzero alla 61. Esposizione Internazionale d’arte – La Biennale di Venezia 2026 nel quadro di un bando di concorso aperto.
  • Sono ammessi tutti i formati correnti dell’arte contemporanea (esposizioni personali o collettive, mostre tematiche, progetti performativi e installativi, forme miste ecc.).
  • Le candidature devono riguardare progetti nuovi realizzati appositamente per il Padiglione svizzero.

Per chi?

  • Il bando di concorso si rivolge ad artiste, artisti, curatrici e curatori legati alla realtà svizzera (cfr. Criteri di selezione).
  • Sono ammessi sia persone singole che gruppi e collettivi.

Criteri di selezione

  • Il progetto fa presagire un’eccellente qualità nel trattare un tema rilevante.
  • Le/i partecipanti vantano un chiaro legame con la Svizzera (domicilio stabile o centro dell’attività lavorativa in Svizzera o cittadinanza svizzera e partecipazione artistica regolare a manifestazioni di rilievo in Svizzera).
  • In caso di candidature collettive, la maggior parte delle persone coinvolte vanta un chiaro legame con la Svizzera (vedi sopra).
  • In caso di candidature collettive, tutte le persone maggiormente coinvolte partecipano attivamente all’elaborazione della proposta per la prima fase di selezione (cfr. Procedura e iter decisionale).
  • Sotto il profilo organizzativo e dell’elaborazione concettuale, le candidate e i candidati dispongono delle competenze e delle capacità necessarie per la realizzazione del progetto.

Criteri di esclusione

  • Sono esclusi le persone singole, i gruppi e i collettivi attivi a livello artistico o curatoriale che hanno già realizzato un contributo nel Padiglione svizzero per la Biennale di Venezia.
  • Le curatrici e i curatori non possono coincidere con le artiste e gli artisti proposti.
  • Le curatrici e i curatori non possono intrattenere relazioni di natura economica orientate al profitto con le artiste e gli artisti proposti, in particolare nel quadro di una galleria commerciale.
  • Sono escluse le retrospettive.
  • Sono esclusi i progetti in cui il tema trattato costituisce l’unico riferimento alla Svizzera.

Contributo finanziario

  • Per la realizzazione del progetto, Pro Helvetia mette a disposizione un budget di 250’000 CHF.
  • Se il budget non dovesse risultare sufficiente, il team designato deve provvedere alla raccolta di fondi aggiuntivi.
  • La partecipazione alla prima fase di selezione non dà diritto ad alcuna indennità. Per il lavoro ai progetti della shortlist e la loro presentazione è previsto un rimborso forfettario di 1500 CHF, a cui vanno aggiunte eventuali spese (cfr. Informazioni aggiuntive).

Contenuti della candidatura

Le candidate e i candidati devono presentare per via elettronica un piano/dossier di al massimo 4 pagine A4 in formato PDF, che contenga i seguenti elementi:

  • Descrizione e rappresentazione visiva sommaria del progetto previsto per il Padiglione svizzero.
  • Spiegazione dell’approccio artistico e curatoriale.
  • Se la candidatura è presentata dai curatori, oltre all’illustrazione dell’approccio curatoriale è richiesto un elenco degli artisti che hanno garantito la partecipazione al progetto.
  • Descrizione della collaborazione tra artiste, artisti e curatrici, curatori.
  • Motivi per cui il contributo proposto per il Padiglione svizzero si presta a rappresentare la Svizzera alla 61. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia 2026.
  • Brevi CV (inclusi link) di tutte le persone coinvolte nel progetto.
  • Preventivo (in caso di fabbisogno finanziario aggiuntivo, anche strategia per la raccolta di fondi).

Sono disponibili planimetrie, foto del padiglione e FAQ per la vostra candidatura.
Scarica qui (.zip)

Procedura e iter decisionale

  1. Prima fase di selezione: candidatura con un piano/dossier (cfr. «Contenuti della candidatura»)
    Le candidature scritte devono pervenire a Pro Helvetia entro il 30 settembre 2024. Eventuali domande a carattere generale sul bando di concorso potranno essere rivolte fino al 28 luglio 2024 scrivendo all’indirizzo biennials@prohelvetia.ch e riceveranno una risposta entro il 12 agosto 2024. In questa fase, verrà dapprima valutata la validità delle candidature presentate entro i termini previsti sulla base dei criteri di selezione illustrati in precedenti. In seguito una giuria stilerà una shortlist per la seconda fase di selezione.
  2. Seconda fase di selezione: shortlist e presentazione dei progetti alla giuria
    I team di progetto della shortlist verranno invitati a presentare le loro proposte presso la sede centrale di Pro Helvetia a Zurigo nel febbraio 2025. Tale presentazione deve basarsi in primo luogo sul piano/dossier sottoposto per la prima fase. Sono ammesse diverse forme di visualizzazione dei relativi contenuti. La maggioranza dei membri di un team dovrà essere presente. I membri che in quel momento si trovano in luoghi geograficamente molto distanti potranno partecipare alla presentazione tramite videoconferenza.
  3. Proposta della giuria all’attenzione della direzione di Pro Helvetia
    Al termine della procedura di selezione, la giuria per la Biennale Arte raccomanda un progetto per la nomina alla Direzione di Pro Helvetia.
  4. Nomina del team di progetto per il contributo svizzero alla 61. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia 2026
    La Direzione di Pro Helvetia decide la nomina. Pro Helvetia informerà l’opinione pubblica in merito al contributo selezionato per la Biennale Arte 2026 nel marzo del 2025.

Termini e tempistica

Al momento dell’apertura del presente bando di concorso, non sono ancora note le date esatte in cui si svolgerà la 61. Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia 2026. Di regola la Biennale Arte dura sette mesi, dalla primavera all’autunno (indicativamente aprile-fine novembre 2026).

Apertura del bando di concorso1° luglio 2024
Termine per le candidature per la prima fase di selezione30 settembre 2024
Informazione dei candidati/invito alla presentazioneInformazione dei candidati/invito alla presentazionedicembre 2024
Presentazione alla giuria dei progetti ammessi alla seconda fasefebbraio 2025
Informazione dei team della seconda fasemarzo 2025
Comunicazione pubblica della nomina da parte di Pro Helvetiamarzo 2025

        

Informazioni aggiuntive

  • La composizione della giuria verrà comunicata in un secondo momento.
  • L’elenco delle candidature pervenute e la shortlist delle persone e dei progetti ammessi alla seconda fase di selezione non verranno resi noti.
  • La partecipazione alla prima fase di selezione non dà diritto ad alcuna indennità.
  • Le candidate e i candidati della prima fase di selezione saranno informati via e-mail se sono stati ammessi alla seconda fase (shortlist).
  • Le candidate e i candidati della seconda fase (shortlist) saranno informati telefonicamente e via e-mail in merito alla valutazione del loro progetto da parte della giuria.
  • I team inseriti nella shortlist invitati a presentare il proprio progetto ricevono un rimborso forfettario di 1500 CHF e, previo accordo con Pro Helvetia, un rimborso per le spese di viaggio legate alla presentazione a Zurigo.

Candidatura

Le candidature scritte devono pervenire a Pro Helvetia entro il 30 settembre 2024.

Scarica qui: Piante, foto del padiglione e FAQ (.zip)

Maggiori informazioni sui contributi svizzeri