Programma Creative Climate Leadership (CCL) Svizzera – per agire sulla crisi climatica

Ecologia e clima
Donna che guarda in lontananza
© Studio Cano

Creative Climate Leadership (CCL) è un programma internazionale di trasformazione avviato dall’organizzazione senza fini di lucro Julie’s Bicycle.

Rivolto ad artiste/artisti e professioniste/professionisti della cultura che vogliano indagare le dimensioni culturali del cambiamento climatico e agire al riguardo in modo impattante, creativo e resiliente, il programma per la prima volta avrà luogo in Svizzera.

Nel marzo 2024, durante 5 giorni di workshop, 24 partecipanti collaboreranno sviluppando idee creative e iniziative di leadership culturale legate all’azione e alla giustizia in materia di clima; le e i partecipanti condivideranno casi di studio, ricerche, approcci e modalità cooperative di lavoro per massimizzare l’impatto nel settore creativo, nella società civile e nel policy-making.

Le persone che hanno partecipato a programmi CCL si associano a una rete internazionale in evoluzione di creative/creativi che agiscono e mobilitano altre persone nel loro campo attraverso eventi, workshop, opere artistiche e progetti. Fanno parte di una rete globale di oltre 200 changemaker creativi attivi in oltre 30 paesi.


I 24 partecipanti selezionati per il CCL 2024 sono:

Anna Grichting Solder 

Anna è architetta, urbanista e musicista ed è attiva come educatrice, ricercatrice, professionista e performer. 

Barbara Ellenberger  

Barbara Ellenberger è stata direttrice presso diversi teatri. Ha co-fondato il KlimaKontor Basel ed è coinvolta nell’iniziativa di giustizia climatica Basel2030. 

Bernard Vienat 

Bernard Vienat è uno storico dell’arte e curatore conosciuto per aver sottolineato le intersezioni tra arte e scienza. 

Byungseo Yoo  

L’artista visiva Byungseo Yoo si occupa del passaggio dalla fermentazione selvaggia a quella sociale con l’Eco-Transpedagogia, creando arte partecipativa incentrata sulle problematiche planetarie. 

Carole Haensler  

Carole Haensler ha lavorato per diverse collezioni private e pubbliche; ha studiato storia dell’arte, archeologia e sociologia dell’arte presso le università di Neuchâtel e Losanna. 

Caroline Edwards  

Caroline Edwards è una socia fondatrice di un’agenzia musicale boutique e di un’etichetta discografica indipendente con sede in Svizzera, specializzata nei generi alternativi del folk, della musica tradizionale, della world music e della musica sperimentale. 

Cassiane Pfund  

Cassiane Pfund è una filosofa con una pratica di scrittura sperimentale, ibrida e poetica, guidata principalmente da collisioni inaspettate. 

Catja Loepfe  

Catja Loepfe è laureata in antropologia sociale, è stata curatrice freelance e attualmente è direttrice artistica della Tanzhaus di Zurigo. 

Daniel Hellmann  

Daniel Hellmann è un creatore di danza e teatro, cantante e performer. Hellmann ha creato opere che intrecciano performance, linguaggio, musica e movimento in modo multistrato. 

Dawit Seto 

Dawit Seto è un danzatore e coreografo contemporaneo. Ha completato una residenza d’artista in coreografia alla Cité des arts, in Francia, e si è diplomato in danza all’Ecole des Sables, in Senegal. 

Donat Kaufmann   

Donat canta e suona la chitarra, il basso, il synth e la batteria nei gruppi One Sentence, Supervisor e Obliecht. Lavora anche per la sezione svizzera di Music Declares Emergency, un’organizzazione per la protezione ambientale dell’industria musicale. 

Dorian Sari 

Dorian Sari osserva le reazioni del pubblico alla politica e ai movimenti sociali contemporanei e crea soprattutto sculture e video. Il punto centrale del loro lavoro è l’interrogazione dell’attualità e la presa di misura con il loro background multidisciplinare. 

Jöelle Simmen 

Jöelle Simmen è responsabile del Percento culturale Migros Sparx, che sostiene gli artisti svizzeri emergenti. È responsabile dello sviluppo strategico e dell’espansione della rete. 

Léo Rebetez 

Léo Rebetez è un artista multidisciplinare. Si occupa anche di serigrafia, suona musica ed è un attivista di base.  

Lisa Collomb 

Lisa Collomb è un’artista transdisciplinare che lavora all’intersezione tra arte visiva, architettura, performance, programmazione e filosofia. 

Mateo Chacón Pino 

Mateo Chacón Pino è uno storico dell’arte, curatore e autore colombiano-svizzero. Ha curato progetti in Svizzera, Paesi Bassi e Germania. 

Matthias von Hartz  

Matthias von Hartz è regista e curatore. Attualmente è co-direttore e direttore artistico del teatro internazionale Zürcher Theater Spektakel. 

Monica Cantieni 

Monica Cantieni è un’autrice, candidata al Premio svizzero del libro. Ha inoltre diretto il dipartimento di cultura online della SRF Radiotelevisione svizzera e ha fondato ALPHABET LAB. 

Nicola Castelletti 

Nicola Casteletti è architetto e museografo. Nel suo lavoro, la riqualificazione architettonica e la narrazione museale sono legate dalla volontà di conservare una preziosa traccia di storia sociale e culturale e di trasformarla nel punto di partenza per una riflessione sulla contemporaneità. 

Ntando Cele 

Ntando Cele è una regista e autrice teatrale sudafricana. Dal 2012 ha creato e messo in scena numerose commedie politiche e musicali. 

Payal Parekh 

Payal Parekh è una scienziata del clima che si è trasformata in un’attivista internazionale per la giustizia climatica, mobilitando la gente comune ad attivarsi per la giustizia climatica. 

Sandra Feller 

Sandra Feller fa parte del team del Salzhaus Winterthur ed è responsabile della sostenibilità ecologica e sociale. Lavora anche nei settori del booking e della comunicazione. 

Tom Greder 

Tom Greder è un produttore indipendente, scrittore, regista, insegnante e collaboratore per produzioni teatrali e di strada, circo contemporaneo, festival, film e workshop in tutto il mondo. 

Yves Regenass 

Yves Regenass è un autore teatrale freelance (drammaturgia, regia, performance). Ha co-fondato il gruppo di gametheater machina eX e lavora regolarmente con il gruppo ticinese Trickster-P. 

Un gruppo discute della crisi climatica
© Ruth Davey
Post-it sulla crisi climatica
© Ruth Davey

La Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia e la Stiftung Mercator Svizzera hanno avviato e sostenuto il programma Creative Climate Leadership (CCL) Svizzera, che sarà offerto da Julie’s Bicycle d’intesa con Vert le Futur.

Ulteriori informazioni si trovano online: https://www.creativeclimateleadership.com/