Fast Forward: programma di sostegno per musiciste e musicisti nel pieno della loro carriera

Musica
© Flora Mottini

Con questo nuovo programma di promozione, patrociniamo per due anni artisti e artiste dalla Svizzera attivi nel campo della musica odierna, del jazz e della musica sperimentale.

Le musiciste e i musicisti selezionati si trovano a una svolta decisiva della propria carriera: hanno infatti già maturato esperienze a livello internazionale e vantano notevoli potenzialità in vista di un’affermazione duratura all’estero. Il sostegno di due anni consente ai beneficiari di lavorare alle proprie produzioni e di elaborare concretamente una strategia di sviluppo a lungo termine con l’ausilio di un mentoring.

Il programma Fast Forward pone l’accento sull’affermazione delle personalità artistiche, sull’approfondimento delle conoscenze strategiche e sull’ampliamento della rete di contatti internazionali. L’obiettivo è di offrire un sostegno personalizzato sostanziale ai partecipanti in un momento decisivo della loro carriera e di permettere a questi ultimi di imporsi stabilmente sulla scena internazionale.

Mentorato artistico e sviluppo strategico

Il programma offre un mentorato artistico-curatoriale, l’assunzione di spese di management nonché la partecipazione a due laboratori (Business Labs) organizzati da Pro Helvetia e dedicato allo sviluppo strategico e al networking. I beneficiari potranno inoltre utilizzare una determinata parte del sussidio in maniera flessibile, ad esempio per la produzione di contenuti digitali e visivi.

A questi laboratori parteciperanno personalità di spicco che seguiranno le musiciste e i musicisti, i quali avranno l’opportunità di scegliere dei mentori da cui farsi affiancare durante l’intero arco del programma.


Edizione pilota 2023 – 2025

Nel quadro dell’edizione pilota, cinque artiste e artisti che rispondono a questo profilo beneficiano di un sostegno mirato calibrato sulle loro esigenze.

Andrina Bollinger

Andrina Bollinger © Sabina Bösch

È raro trovare una voce che trasmetta la stessa urgenza e forza di convinzione della cantante, compositrice e performer Andrina Bollinger. Da solista, con il suo gruppo o come compositrice di produzioni cinematografiche e teatrali, vanta una carriera che l’ha proiettata nell’olimpo del panorama musicale elvetico.

Da qualche anno, Andrina Bollinger si sta concentrando sul suo progetto da solista, che qualifica come pop d’avanguardia contaminato da influenze jazz. Presso la casa discografica Mouthwatering Records, Andrina Bollinger ha pubblicato il suo primo album «Secret Seed» nel 2022, seguito dall’EP «Pleasure & Pain» nel 2023. 

Da solista o insieme al suo gruppo, ha calcato prestigiosi palcoscenici e festival internazionali come il Montreux Jazz Festival (CH), il Café de la Danse di Parigi (FR), il m4music Festival (CH), le Winterthurer Musikfestwochen (CH), l’Istituto Svizzero di Roma (IT), il Cully Jazz Festival (CH) e la Dampfzentrale di Berna (CH). Andrina Bollinger vive e lavora a Zurigo.

andrinabollinger.com

Mentorato: TBA

Emilie Zoé

Emilie Zoé © David Wagnières

Emilie Zoé scrive, compone e canta dal vivo dall’età di 15 anni. Presso la Humus Records, etichetta indipendente di La Chaux-de-Fonds, ha pubblicato i suoi quattro album e varie collaborazioni, tra cui in particolare /A\ (2021) con Franz Treichler (The Young Gods) et Autisti con Louis Jucker (2017).

Grazie alla sua voce e alla sua presenza magnetica, Emilie Zoé ha guadagnato un’eccellente reputazione come interprete aggiudicandosi riconoscimenti quali il premio «Best Act Romandie» agli Swiss Music Awards 2019, il «Premio svizzero di musica» nel 2020 e il premio «Best Live Act» agli Swiss Live Talents 2022. Il suo ultimo album «Hello Future Me», uscito in due parti nel 2022, è stato nominato «Album of the year 2022» da IndieSuisse.

La tournée «Hello Future Tour» ha offerto l’occasione a Emilie Zoé di esibirsi su palcoscenici prestigiosi come il festival Les Nuits de Fourvière (con Kae Tempest) a Lione (FR), l’Haldern Pop Festival, il Maifeld Derby Festival (DE) e, come spalla, con Nick Cave and the Bad Seeds all’Auditorium Stravinski del Montreux Jazz Festival (CH) e con i Muse a Berne (CH).

emiliezoe.com

Mentorato: TBA

NNAVY

NNAVY © Emilien Itim

NNAVY è un’autrice-compositrice-interprete che ha conquistato il pubblico con la sua voce carica di emozione e sentimento. Il suo primo EP «Blue» e il successivo «In Good Company» riflettono il suo inconfondibile stile personale, che coniuga influenze R&B, soul e jazz.

Salita sul palco di festival prestigiosi come il Montreux Jazz Festival, Jazz à Vienne e il MaMA Music & Convention a Parigi, ha fatto da spalla a grandi nomi della musica quali Lionel Richie, Arlo Parks, Alfa Mist, November Ultra e Ben l’Oncle Soul. Con la sua presenza scenica, che trasmette energia e carica emotiva, cattura e ammalia gli spettatori.

Come testimoniano oltre 15 milioni di stream su Spotify, la musica di NNAVY ha trovato un pubblico affezionato nel mondo intero. L’ultimo EP «No Promises» segna un nuovo capitolo nel suo percorso musicale in bilico tra fragilità ed empowerment. Grazie alla sua voce potente, si è imposta come una delle artiste più interessanti e promettenti della scena soul/R&B.

nnavymusic.com

Mentorato: TBA

Noémi Büchi

Noémi Büchi © Brigitte Faessler

Noémi Büchi è una compositrice e artista sonora franco-svizzera che crea un massimalismo elettronico e sinfonico. La sua musica si distingue per una delicata sintesi di ritmi testurali e astrazione elettroacustica e orchestrale. Esplorando il potenziale della consonanza e della dissonanza, oppone la fisicità ritmica all’interruzione ed enfatizza le irregolarità, creando un’esperienza d’ascolto estesa caratterizzata da dettagli e rilievi. Difficile da incasellare, la sua musica spazia tra accademico e popolare, classico e underground, design sonoro e musica da film.

È già stata ospite di prestigiosi festival nazionali e internazionali come Ars Electronica a Linz (AT), il Romaeuropa Festival a Roma (IT), dove ha fatto da spalla a Ben Frost, il Maintenant Festival a Rennes (FR), Linecheck a Milano (IT) e Stadtsommer a Zurigo (CH).

Nella primavera del 2024 pubblicherà il suo terzo album con -OUS Records, etichetta presso la quale ha inciso anche i suoi precedenti lavori «Matter» e «Hyle» e il primo album di Musique Infinie, un progetto di collaborazione tra Noémi Büchi e il compositore e artista installativo italo-svizzero Feldermelder.

noemibuchi.net

Mentorato: Aïsha Devi

Julian Sartorius

Julian Sartorius © Nicole Pfister

Batterista, percussionista e artista, Julian Sartorius con la sua musica crea universi sonori inediti. Dopo aver studiato alle scuole di jazz di Berna e Lucerna con strumentisti del calibro di Fabian Kuratli, Pierre Favre e Norbert Pfammatter, ha rapidamente sviluppato un approccio musicale peculiare. I suoi pattern ritmici precisi e ricchi di sfaccettature esplorano le possibilità della produzione organica di suoni. Le sonorità che Sartorius è in grado di scovare in oggetti trovati e strumenti preparati evocano il vocabolario della musica elettronica sperimentale.

Autore di vari albumi e opere audiovisive, Julian Sartorius vanta collaborazioni con numerosi artisti, tra cui recentemente Sophie Hunger, Sylvie Courvoisier, Gyda Valtysdottir, Dimlite, Shahzad Ismaily e Dan Carey. In veste di percussionista ha collaborato ad album di Kae Tempest, Matthew Herbert e Jameszoo. Dal vivo si esibisce nei club, all’interno di gallerie che nel quadro di festival.

juliansartorius.com

Mentorato: Daniel “Duex” Fontana

Il bando di concorso per l’edizione 2024-2026 verrà indetto nel luglio 2024. La selezione degli artisti e artiste è curata da una giuria internazionale.

Nel corso del programma biennale, le musiciste e i musicisti possono continuare a candidarsi per le misure di sostegno abituali di Pro Helvetia quali Presenza internazionale o Supporti sonori e tournée internazionali così come per tutte le restanti misure.